BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Renzi: nuova legge uscita flessibile sembra davvero possibile

Sempre più vicine modifiche alle pensioni per garantire un’uscita flessibile dal lavoro: le proposte allo studio. Oggi in discussione riforma P.A.




Avere la possibilità di andare in andare in pensione di anzianità prima con sistema prepensionamento Madia o con il nuovo Apa di Poletti. Sono diverse le ipotesi di modifica sulle pensioni allo studio del governo, proposte sui cui presto bisognerà decidere, per dare risposte concrete a quanti attendono interventi sul sistema previdenziale ormai da troppo tempo. E l'attesa cresce per la giornata di oggi, 30 aprile, al termine della quale si saprà se il Consiglio dei Ministri darà, o meno, il via libera al testo della Madia.

Se, infatti, i dirigenti pubblici sono uno dei primi obiettivi della riforma degli statali, l’attenzione sembra tutta concentrata su quegli 85mila esuberi individuati dal commissario Cottarelli e per cui la Madia ha proposto un piano prepensionamento con la staffetta generazionale, per garantire degli scivoli per il lavoratori più anziani e il conseguente arrivo dei giovani. Il piano prevederebbe ogni cinque lavoratori in uscita un assunto giovane. Questa la prima strada che si potrebbe seguire per permettere ai lavoratori di andare in pensione prima.

Ma, per tornare indietro rispetto alle attuali norme pensionistiche, e andare in pensione senza rispettare i requisiti Fornero, il ministro Poletti ha avanzato, per alcune fasce di lavoratori, anche la possibilità di ricorrere al nuovo Apa, che sarebbe un assegno di pensione anticipato da ricevere, come anticipa la stessa formula, prima di raggiungere gli effettivi parametri richiesti oggi, somma che però dovrà poi essere restituita dal lavoratore. Questa possibilità può essere scelta ad un anno dal raggiungimento effettivo della pensione. Non è poi tanto, ma quanto meno permette un’uscita flessibile, importante soprattutto per chi non riesce effettivamente a raggiungere età anagrafica o contributiva richiesta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il