Esodati: novità proposte, leggi, annunci, dichiarazioni questo mese

In arrivo possibili soluzioni per gli esodati: governo forse pronto a chiudere l’ingarbugliata situazione di questi lavoratori

Esodati: novità proposte, leggi, annunci


“La strutturale per gli esodati” pronta ad arrivare: il ministro del Lavoro parlava di questa possibilità settimane fa ed ora ci si prepara al tavolo tecnico tra Ministeri di Economia e Lavoro, Commissioni parlamentari e Inps che si riunirà mercoledì 7 maggio, giorno in cui si potrebbe chiudere uno dei capitoli previdenziali forse più controversi di questi ultimi due anni. Una situazione che ha messo in crisi e difficoltà centinaia di migliaia di perosne.
 
Il governo lavora per “mettere a punto uno scivolo di 5 anni che consenta di collegare la condizione degli esodati al pensionamento. Questa è un'operazione che ha dei costi, quindi la discussione che stiamo facendo è costruirla tecnicamente bene. Bisogna fare una regola generale che dice tutti quelli che arrivano a queste condizioni possono avere questo tipo di trattamento”. Per gli esodati, o quelli che rischiano di diventare tali, potrebbe arrivare la possibilità di richiede l’Apa, Assegno di pensione anticipata, meccanismo di prestito pensionistico pensato per lavoratori pubblici e privati e che richiede l disoccupazione e determinati requisiti tali da coinvoglere anche gli esodati

Per richiedere questo ‘anticipo’ bisogna, infatti, aver raggiunto i 63 anni e tre mesi di età anagrafica e 36 anni contributivi o 62 anni e tre mesi di età e 37 anni di contributi, e una volta ottenuto bisognerà restituirlo con piccole decurtazioni sull’assegno pensionistico finale. Occorre, però, che il governo lavori anche alle eventuali coperture necessarie ad erogare effettivamente la salvaguardia a coloro già tutelati dagli ex governi. Di 130mila persone, infatti, ad oggi sono ancora pochi quelli che ricevono l’assegno davvero.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il