BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: cambiamenti possibili dopo incontri questa settimana

E’ partita una settimana che potrebbe essere importante per le modifiche alle pensioni: appuntamenti e cosa ci si aspetta




E’ iniziata una settimana importante che vedrà impegnato il governo, oltre che sul fronte lavoro, considerando che oggi, martedì 6 maggio si discuterà delle proposte del ministro Poletti, anche su quello delle questioni pensioni. A partire da esodati e Quota 96: l’appuntamento in questo senso è fissato per domani, mercoledì 7 maggio, quando finalmente Ministeri di Economia e Lavoro, Commissioni parlamentari e Insp saranno riuniti per lavorare su possibili soluzioni definitive a due questioni aperte ormai da troppo tempo e che necessitano di una soluzione. Il problema da superare, e risolvere in primis, resta sempre quello delle risorse economiche che servono proprio a chiudere tali partite.

L’attenzione sarà principalmente concentrata sugli esodati, ma c’è chi auspica che l’incontro di domani possa rappresentare comunque un momento di discussione anche per i Quota 96 che attendono ancora risposte. In realtà, un appuntamento loro dedicato è in calendario per il prossimo 15 giugno, quando il governo dovrà rispondere sulle risorse per mandare in pensione i 4insegnanti in attesa. Intanto oggi parte il 17esimo Congresso della Cgil che, oltre che sul tema centrale del lavoro e dell’emergenza occupazionale nel nostro Paese, punterà a chiedere al governo modifiche sulle pensioni e per una flessibilità in uscita. Unanimi le richieste dei sindacati in tal senso.

Ed effettivamente le speranze dei pensionandi e di lavoratori precoci e usuranti sono tutte concentrate su questo aspetto: avere una soluzione concreta per un’uscita flessibile dal lavoro con modifiche di età, requisiti e contributi, rispetto a quelli oggi richiesti. Si attendono poi definizioni per un’eventuale entrata in vigore del prestito pensionistico di Poletti (Apa), che potrebbe servire al momento soprattutto a permettere a precoci e usuranti di lasciare il lavoro senza aspettare necessariamente di raggiungere la soglia fissata dalla Fornero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il