BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne Governo Renzi: incontri settimana. Modifiche e cambiamenti possibili

Le possibili modifiche alle pensioni di uomini e donne: innalzamento dell’età pensionabile per le donne?




Saranno giorni importanti per capire se il governo Renzi riuscirà davvero ad apportare modifiche alle pensioni, se riuscirà a mantenere quelle promesse di possibilità di flessibilizzazioni in uscita, soprattutto per sostenere la pensione anticipata di determinate categorie di lavoratori, come precoci, usuranti, impossibilitati a rimanere a lavoro fino al raggiungimento dei requisiti richiesti dalla legge Fornero. E sempre in questi giorni si saprà anche se, nonostante il silenzio in merito finora, l’Italia si adeguerà a quanto richiesto dall’Ue sull’adeguamento del trattamento pensionistico contributivo tra uomini e donne per la pensione anticipata.

L’Ue ha infatti aperto mesi fa una procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese in quanto avrebbe violato il principio di uguaglianza di trattamento pensionistico, permettendo alle donne di andare in pensione anticipata a 41 anni e 6 mesi di contributi che salgono a 42 anni e 6 mesi per gli uomini.

Nonostante fosse stata accennata la questione settimane fa, in realtà dopo poco è stata subito smentita l’ipotesi di un innalzamento dell’età pensionabile per le donne che, al momento, hanno comunque anche la possibilità di andare in pensione prima con l’opzione contributivo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il