BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito e buoni furttiferi postali Maggio 2014: rendimenti, tassi interessi, condizioni

Migliori conti deposito e Buoni fruttiferi postali da scegliere in questo mese: offerte disponibili, tassi e rendimenti garantiti




Conti deposito e Buoni fruttiferi postali rifugio di investimento degli italiani. Sono infatti questi i due prodotti preferiti per parcheggiare la liquidità messa da parte e, nonostante la tassazione salita che li andrà a colpire dal primo luglio, sono ancora tantissimi gli italiani che li scelgono. E per questo, continuano a susseguirsi offerte da parte di banche e non solo. Per questo mese di maggio 2014, tra le migliori proposte di Conti deposito troviamo quelle di Conto CashPark di FinecoBank, che offre tasso lordo è del 2% lordo per somme vincolate a 12 mesi, l’imposta di bollo è di 34,20 euro all’anno, mentre l’estinzione anticipata comporta la perdita degli interessi maturati al tasso base dell’1%; c’è poi l’offerta dii Conto Deposito Che Banca!, sempre tra i più convenienti, che propone un rendimento lordo del 2%, cioè 1,60% netto, per vincoli a 12 mesi, con l’imposta di bollo di 40 euro. L’estinzione anticipata del vincolo costa la perdita degli interessi maturati al tasso base dell’1,00%.

A seguire spicca anche l'offerta di ContoInCreval, conto deposito online ad alto rendimento, che si gestisce esclusivamente sul web e si può scegliere di vincolare il proprio denaro per 6, 12, 18 o 24 mesi ad un tasso d’interesse del 2,75% lordo annuo per i vincoli a 24 mesi. Insieme ai conti deposito, spazio anche ai Buoni Fruttiferi Postali: si tratta di prodotti che possono essere acquistati presso qualsiasi ufficio postale e in forma cartacea o, per i titolari di un conto corrente BancoPosta di un libretto postale, in forma dematerializzata.

Tra le emissioni di maggio troviamo: il BFP Renditalia, serie R13, di durata triennale, con interessi liquidati alle fine di ogni anno, e tasso uguale al rendimento dei Bot semestrali emessi il mese precedente il semestre in questione più uno spread fisso dello 0,15%; il BFP7insieme, serie S27, investimento settennale che paga un interesse del 2,00% sul capitale versato dal primo al sesto anno e alla fine del settimo anno permette il riscatto del capitale restante cui va aggiunto un tasso di rendimento annuo pari all’1,76% netto (2% lordo) in calo dall’1,91% netto di marzo.

E ancora, il BFPDiciottomesi, serie D51, titolo di risparmio a 18 mesi con interessi variabili pagati a scadenza di ognuno dei 3 semestri e tassi pari allo 0,25% alla fine del primo semestre, allo 0,37% alla fine del secondo e allo 0,42% alla fine del terzo semestre; i Buoni Fruttiferi Postali Ordinari, serie C14, di 20 anni con interessi annui crescenti, dallo 0,25% lordo del primo anno al 2,38% dell’ultimo, in calo dal 2,77% lordo della precedente serie; i Buoni Fruttiferi Postali Indicizzati all’Inflazione Italiana, serie J46, di durata decennale che pagano un interesse annuo lordo dello 0,50%, insieme al tasso d’inflazione annuo calcolato dall’Istat.

Ci sono poi i Buoni Fruttiferi Postali dedicati ai minori, che assicurano interessanti rendimenti sul lungo periodo, strumenti interessanti per genitori o nonni che vogliono fare un regalo ai propri figli o nipoti. Questi Buoni Fruttiferi postali vengono emessi solo in versione cartacea a partire da un taglio di 50 euro e possono essere intestati a persone con una età compresa tra gli 0 e i 16 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il