Isee 2014, social card, assegni famialiari: requisiti necessari. Chi, come, quando fare domanda

Rinnovati anche quest’anno social card e assegni familiari: come ottenerli e fare domanda. Istruzione

Isee 2014, social card, assegni famialia


Tornano anche per quest’anno social card e assegni familiari pensati per le famiglie bisognose che soprattutto in questo momento di crisi. E cambia anche l’Isee, indicatore della situazione economica delle famiglie, che serve proprio per ricevere social card e assegni familiari. Il nuovo Isee 2014 prenderà in considerazione gli estratti conto delle Poste o delle banche, eventuali dati sui titoli di Stato, azioni, partecipazioni azionarie, sulle obbligazioni, su eventuali assicurazioni sulla vita, sui capitali residui del mutuo.

Per calcolare il nuovo Isee saranno presi in considerazione i seguenti redditi: pensioni di invalidità, assegni di mantenimento che il coniuge ottiene dopo il divorzio secondo legge, e altre forme di trattamento previdenziale e assistenziale. Novità anche per i documenti: bisognerà, per esempio, prendere in considerazione lo stato di famiglia, il documento di identità del richiedente, il codice fiscale del richiedente, il contratto d'affitto,  l'ultima ricevuta di pagamento del canone di affitto, il più recente estratto conto bancario e postale

Per quanto riguarda la Social Card 2014, potrà essere richiesta da tutti i cittadini italiani, comunitari e immigrati con permesso di soggiorno. Per ottenere la Social Card 2014 bisogna dimostrare di avere un Isee inferiore a 6781,76 euro e, nel caso degli anziani, avere trattamenti di tipo pensionistico o assistenziale che cumulati ai redditi propri risultino inferiori a 6781,76 euro l'anno oppure 9042,34 euro l'anno se si ha età pari o maggiore di 70 anni.

Per richiedere la social card 2014 è necessario scaricare il modulo predisposto dall’Inps, compilarlo e consegnarlo ad un ufficio postale che si occuperà di trasmettere il modulo all’Inps. Sarà poi l'Istituto, a verificare le domande caso per caso e dare poi il via libera al Gruppo Poste Italiane per l'emissione e la consegna della social card che poi, ogni due mesi, sarà caricata dallo Stato con un importo di 80 euro, quindi 40 euro al mese, utili per fare la spesa ma anche per poter pagare le utenze di luce e gas.

Rinnovati anche gli assegni familiari a sostegno delle famiglie dei lavoratori dipendenti (pubblici e privati) e dei pensionati che precepiscono redditi bassi. Possono richiedere l’assegno familiare i cittadini italiani o comunitari che risiedono nel territorio italiano o titolari dello status di rifugiato politico e i requisiti Isee per richiederlo sono di 25.108,71 euro per un nucleo familiare composto da 5 componenti di cui almeno tre figli devono essere minori.
 

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il