BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto, amnistia, esodati Governo Renzi: lavori continuano. Il punto della situazione aggiornato

Giorni decisivi per questioni cruciali per governo Renzi: come si risolveranno la situzione esodati e il problema del sovraffollamento delle carceri?




Ancora diversi i nodi da sciogliere per il governo Renzi, oggi in primis esodati, pensioni, questioni di indulto e amnistia. Mentre si lavora per trovare le coperture finanziarie per gli esodati e per salvaguardare anche coloro che, già tutelati, non hanno ancora ricevuto la pensione, continua il dibattito sulle misure di amnistia ed indulto, mentre si avvicina il termine del 28 maggio stabilito per l’Italia per presentare soluzioni certe e definitive al problema del sovraffollamento carceri all’Ue.

Il nostro Paese è già stato condannato per le disumane condizioni di vita in cui sono costretti i detenuti, troppi in troppo poco spazio. In questi giorni in Commissione Giustizia sono aperti i lavori di discussione dei quattro ddl sulle misure di clemenza, il 15 si attende la presentazione del testo unificato, ma mancano fondamentalmente ancora le soluzioni reali. Mentre il presidente Napolitano invita a pensare a indulto e amnistia come possibili soluzioni visto che il tempo per presentarsi davanti alla Corte di Strasburgo si sta avvicinando e non sembrano esserci alternativa, il premier Renzi e il ministro Orlando se ne dicono ancora in disaccordo,l a questione carceri viene affrontata anche da Alessandro Cecchi Paone candidato con Forza Italia alle elezioni Europee 2014.

Cecchi Paone ha detto: “Continuerò la mia battaglia per i diritti Lgbt che ho iniziato dieci anni fa candidandomi per la prima volta e la mia candidatura è appoggiata da Marco Pannella , che mi ha chiesto di essere il portavoce dei Radicali al sud". Marco Pannella, che chiede anch’egli indulto e amnistia e ha dichiarato: “In seguito alla mia vicenda personale mi sono sempre occupato della questione carceri io non sono contro la giustizia, ma contro la mala giustizia”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il