BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2014 e Unico 2014: chi, come, quando a Maggio deve farlo. Istruzioni compilazione dichiarazione

Nuova scadenza di presentazione modello 730 2014 e termini per Unico 2014: chiarimenti compilazione




Scaduto il primo termine di presentazione del 730 2014 lo scorso 30 aprile, la prossima data da ricordare per chi deve presentare il modello al Caf o ad un altro intermediario è quella del prossimo 31 maggio. In questo caso l’invio da parte del soggetto o ente incaricato può avvenire fino al 30 giugno. Devono presentare il 730 coloro che percepiscono redditi da pensione e di lavoratori dipendenti, soci delle cooperative, sacerdoti della Chiesa cattolica e giudici costituzionale, nonchè i titolari di altre cariche pubbliche.

Ricordiamo che per ulteriori chiarimenti e informazioni per la compilazione del modello 730 e per conoscere tutte le novità ad esso relative si può consultare il sito dell'Agenzia delle Entate che rappresenterà una buona guida per chi ha dubbi, soprattutto in materie di detrazioni.

Per quanto riguarda il modello Unico, sono tenuti alla sua presentazione i contribuenti liberi professionisti e titolati di partita Iva. Devono presentare il modello Unico anche coloro che risiedono fuori dall’Italia o devono presentare la dichiarazione dei redditi per soggetti deceduti. In questo caso la scadenza di presentazione del modello è fissata al 30 giugno.

Chi sceglie la presentazione online ha tempo fino al 30 settembre. Il modello Unico 2014 si compone di tre fascicoli: il primo è obbligatorio per tutti i contribuenti, e prevede la compilazione del Frontespizio in cui si inseriscono i dati anagrafici e quelli che contengono informazioni relative al contribuente e alla dichiarazione; la compilazione del prospetto dei familiari a carico, del Quadro RA (redditi dei terreni), del quadro CR (crediti d’imposta), del quadro RB (redditi dei fabbricati), del quadro RP (oneri e spese), del quadro RC (redditi di lavoro dipendente e assimilati), del quadro CS (contributo di solidarietà), del quadro RN (calcolo dell’Irpef), del quadro RV (addizionali all’Irpef), del quadro RX (compensazioni e rimborsi).

Il Fascicolo 2 deve essere compilato da chi deve dichiarare contributi previdenziali e assistenziali; investimenti all’estero; e dagli amministratori di condominio; mentre il fascicolo 3 deve essere compilato dai soggetti obbligati alla tenuta delle scritture contabili che dichiarano altri redditi differenti da quelli dichiarabili nei fascicoli 1 e 2.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il