BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne Governo Renzi: incontri nuovi, quando e come per cambiamenti dopo 7 maggio

Ancora nulla su equiparazione età pensionabile contributiva fra uomini e donne ma tutto rimandato a dopo le elezioni europee: cosa cambierà nei prossimi appuntamenti?




La legge Fornero ha allungato l'età pensionabile per tutti, equiparandola tra uomini e donne a 66 anni, ma ancora per quest'anno le donne posso accedere alla pensione anticipata a 57 anni di età grazie all'opzione contributivo, introdotto con la legge Maroni del 2004, che permette l'accesso alla pensione anticipata se si raggiungono i 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di contributi, criteri validi per le lavoratrici nate entro il 31 agosto 1957 e che raggiungeranno il requisito anagrafico entro il 30 novembre 2014, per cui andare in pensione dal primo dicembre 2015. Andando in pensione prima con l’opzione contributivo si accetterà di lasciare sì prima il lavoro ma con un assegno che sarà decisamente ridotto rispetto a quello che si sarebbe percepito con il sistema retributivo.

Donne in pensione prima, rispetto agli uomini, anche per l’età contributiva: per raggiungere, infatti, la pensione di anzianità anticipata alle donne bastano 41 anni e 6 mesi un anno in meno rispetto ai 42 anni e 6 mesi richiesti agli uomini. Ed è proprio questa la norma che è stata contestata dall’Ue che ha chiesto al nostro Paese di eguagliare l'età pensionabile fra uomini e donne per eliminare ingiustizie e diseguaglianze.

Ma tutto tace in merito, così come tutto tace, dopo la delusione del tavolo tecnico di mercoledì scorso, anche sulle altre questioni pensioni e sulle ipotesi di flessibilità in uscita di cui si è parlato in queste ultime settimane. Sembra che eventuali decisioni saranno rimandate a dopo le elezioni europee di fine maggio, con il primo appuntamento utile fissato forse il 13 giugno quando dovrebbe essere approvala la riforma della P.A.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il