BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi: F24 o bollettino postale, mentre per Tari bollettini precompilati. Quando e come si paga

Nuove Tasi e Tari sulla casa: quando e come pagare le nuove tasse su servizi indivisibili comunali e sui rifiuti




Chi aspettava di ricevere direttamente a casa i bollettini precompilati per il pagamento della nuova Tasi dovrà smettere di aspettare perché i Comuni non ce la faranno ad inviarli in tempo, con qualche eccezione. A Torino, infatti, dove il Comune ha già definito le aliquote su cui calcolare la nuova tassa sulla casa, i bollettini sono stati già inviati. Ma nelle altre città la situazione è decisamente più confusa e per evitare ritardi nel pagamento, si consiglia di effettuare il versamento nella data stabilita, il 16 giugno, compilando il modello F24 o con i bollettini postali.

Situazione invece diversa per il pagamento della Tari: la nuova tassa sui rifiuti che sostituisce la Tares e che quest’anno, insieme a Imu a Tasi costituisce la Iuc (imposta unica comunale), si potrà infatti pagare con i bollettini precompilati, che riporteranno dunque la cifra da pagare, che i Comuni provvederanno ad inviare ai propri cittadini. Il presupposto di pagamento della Tari è l'uso di locali o aree scoperte che producano rifiuti, come, per esempio, campeggi, cinema all’aperto, balconi, o abitazioni private o attività artigianali o commerciali.

Esenti, invece, dal pagamento della Tari sui rifiuti ‘le aree scoperte pertinenziali o accessorie a civili abitazioni e le aree comuni condominiali che non siano detenute o occupate in via esclusiva, come androni, ascensori, stenditoi e luoghi di passaggio’. Le date di pagamento della Tari, come per la Tasi, dovranno essere stabilite dai singoli Comuni e per quest’anno dovrebbero essere due, una fissata a luglio ed una ad ottobre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il