BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2014 e Unico 2014: risparmiare tasse al massimo con detrazioni, spese. Documenti obbligatori

Spese che si possono portare in detrazione e deduzione in modelli 730 e Unico 2014: quali sono, quali documenti bisogna presentare e come conoscerle




Cud, certificazione unica da lavoro, per il modello 730 2014 nonché scontrini, ricevute fiscali, fatture: sono questi i documenti che bisogna necessariamente presentare per la compilazione dei modelli 730 e Unico 2014, che servono per portare in detrazione e deduzione diverse spese sostenute nel periodo di imposta da dichiarare. Presentando, infatti, tali documenti, si possono richiedere detrazioni, e quindi pagare meno tasse, per spese di istruzione e asili nido dei figli; spese veterinarie; spese mediche e sanitarie; spese sostenute per ristrutturazioni di casa per efficienza energetica; erogazioni a favore di Onlus o partiti politici.

Più nel dettaglio, per quanto riguarda le detrazioni Irpef al 19% rientrano tra le spese di istruzione secondaria di primo e secondo livello (scuola media e scuola superiore come licei, istituti professionali ecc...), all'università, ai master e ai corsi di specializzazione, sostenute per l'istruzione del contribuente che per figli o altri parenti a carico, spese scolastiche e di istruzione anche per asili nido, affitto di alloggio per studenti fuori sede, spese per la partecipazione ai test di ingresso universitari, spese per le scuole pubbliche e private. Ne sono però escluse le spese per l’acquisto di libri o altro materiale scolastico, nonché per lezioni private e viaggi studio fuori dall’Italia.

Si possono poi detrarre le spese sostenute per l'acquisto di farmaci, semplicemente presentando gli scontrini. In questo caso, la detrazione al 19% di quanto speso vale solo sull’eccedente di 129,11 euro spesi nel 2013.

Per le assicurazioni, invece, il massimo per richiedere la detrazione del 19% ammonta a 630 euro, mentre per i canoni di affitto esclusi dalla cedolare secca la deduzione scende dal 15 al 5%. Sale, invece, l’aliquota per la cedolare secca dal 15 al 19%, e deduzioni si possono richiedere anche per contributi pensionistici versati per collaboratori domestici, o per gli assegni versati all’ex coniuge. Per consultare le spese suscettibili di detrazioni che possono essere riportate nei modelli Unico e 730 basta entrare nel sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il