BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: modifiche anno prossimo o più difficile dopo elezioni europee

Interventi concreti sulle pensioni probabilmente a partire dal prossimo 2015: difficili cambiamenti entro quest’anno ma nuove possibilità con prossima Legge di Stabilità?




Mentre oggi si attende l’approvazione ufficiale del decreto Lavoro e il 13 giugno sarà il giorno della riforma della pubblica amministrazione, sembra ancora lunga la strada che porterà all’approvazione di cambiamenti reali sulle pensioni. Da mesi ormai si parla di possibili modifiche che tardano però ad arrivare nonostante le proposte delle forze politiche, orientate a garantire la possibilità di uscite flessibili dal lavoro e prepensionamenti. Sembra comunque difficile che entro questo 2014 qualcosa cambi effettivamente anche se da qualche giorno qualcuno inizia a confidare nella prossima Legge di Stabilità di ottobre.

Potrebbe essere quella un’altra possibilità per modificare l’attuale impianto pensionistico entro la fine di quest’anno? Se le aspettative sono tutte concentrate in questi mesi, soprattutto dopo le elezioni europee di fine mese, quando potrebbero essere effettivamente introdotte novità, soprattutto per i Quota 96 e per poter mandare finalmente in pensione entro il 31 agosto i 4mila pensionandi che ancora attendono dopo l’entrata in vigore delle regole Fornero, c’è chi parla di cambiamenti concreti solo a partire dal prossimo anno. E sperando, tra l’altro, che la situazione economica d’Italia sia migliorata, seppur leggermente.

Del resto, il presidente del Consiglio ha annunciato per il prossimo anno un possibile aumento degli assegni pensionistici per chi riceve meno di mille euro, proposta appoggiata dal ministro dell’Economia Padoan, e che potrebbe essere preludio di ulteriori cambiamenti, a partire da prepensionamenti, di cui i primi 20mila sembrano essere già partiti, alle forme di flessibilità in uscita da garantire soprattutto  a determinati lavoratori, come precoci e usuranti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il