BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus Mobili, elettrodomestici 2014: limite 10mila euro con ristrutturazione casa 55-65 detrazione

Cancellare il tetto della spesa per le ristrutturazioni edilizie e fissare l’unica soglia a 10mila euro: torna la norma sul bonus mobili




Con l’approvazione del Decreto Casa, che torna ora alla Camera per l’approvazione definitiva entro il 27 maggio, viene cancellato il tetto di spesa valido per il bonus mobili correlato ai costi sostenuti per i lavori di ristrutturazione dell’immobile in questione e torna stabilirsi sui 10 mila euro. Se, infatti, la Legge di Stabilità aveva stabilito che le spese per cui richiedere il bonus per l'acquisto di arredi e di grandi elettrodomestici non potessero superare l'importo dei quanto speso per le opere di ristrutturazione dell’immobili, dopo diversi tira e molla sulla questione, un emendamento al decreto Casa approvato ieri cancella di nuovo questo limite di spesa.

L’obiettivo è dunque quello di eliminare tale vincolo, definendo come unico tetto la spesa massima di 10mila euro. La misura era già contenuta nella bozza del decreto legge Lupi ma, nella versione pubblicata in Gazzetta ufficiale, della norma non si parlava più. Ora invece qualcosa potrebbe di nuovo cambiare.

E ciò significa, per esempio, che anche se una persona ristruttura un bagno e spende tre mila euro, potrà comunque usufruire del bonus mobili ed elettrodomestici fino al tetto dei 10mila euro. E se questa misura  sarà confermata dopo l’ultima approvazione del decreto alla Camera, le spese per l'acquisto dei mobili potranno superare l'importo dei lavori di ristrutturazione.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il