BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund a 180, crollo in Borsa, Italia Pil male: Italia servono riforme, ma BCE rimane la soluzione immediata

Torna a salire lo spread e torna negativo il pil: baattuta d’arresto per l’Italia verso la ricrescita. Situazione e prospetive




Lo spread tra Btp e Bund torna a salire, attestandosi a quota 180 punti e torna negativo il Pil in Italia: nel primo trimestre dell'anno, infatti, è sceso nuovamente, anche se di un marginale 0,1%, facendo crollare la fiducia e le aspettative su una ripresa che sembrava si potesse ormai raggiungere. Ma il premier Renzi spiega: “Non mi faccio facili illusioni quando il Pil è +0,1%, non mi deprimo quando è -0,1%. Valuteremo con grande attenzione i dati Istat che sicuramente non ci fanno piacere”. Il premier si è comunque detto “molto fiducioso, ottimista sull'economia italiana, perchè i numeri sono molto incoraggianti e, soprattutto, perchè se l'Italia sarà capace di fare le riforme strutturali necessarie è in condizione per tornare a crescere”.

Questi ultimi dati sull’andamento della nostra economia comunque spaventano perché in tanti avevano creduto in una ripresa effettiva, e veloce con l’avvento del governo Renzi, in realtà perché questo cammino di ripresa effettivamente venga percorso concretamente, è necessario attuare davvero quelle riforme annunciate dal presidente del Consiglio e finora discusse. Bisogna mettere in atto e iniziare a ‘rialzarsi’.

Intanto, sembra che mosse e decisioni della Bce possano, in realtà, essere la vera via d’uscita.  E nuove misure sarebbero pronte, allo studio della Bce vi sono nuovi interventi contro la bassa inflazione, ma non si darà il via alla stretta monetaria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il