BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: la situazione aggiornata

Prepensionamenti Madia e prestito pensionistico: tutto ancora in discussione e rischi dopo ultimi dati economici sull’Italia




La Madia torna a parlare dei suoi prepensionamenti, dopo aver già dato il via, la scorsa settimana, ai primi 20mila per statali in esubero senza però, di contro, assumere nuovi giovani come il suo piano prevede in realtà. Si tratta di primi prepensionamenti che mirano ad accumulare risparmi. In un secondo momento poi si procederà, se il piano sarà ufficialmente approvato il prossimo 13 giugno quando arriverà la riforma della P.A. in Consiglio dei Ministri, a prepensionamenti e conseguenti assunzioni secondo quanto previsto dalla proporzione stabilita, e cioè un’assunzione ogni 5 prepensionati. E poi di dovrebbe tornare a discutere di prestito pensionistico.

Ma il forse è d’obbligo, considerando la situazione economica che si sta definendo in Italia, non proprio positiva e che potrebbe far slittare qualsiasi intervento sulle pensioni al prossimo anno, come del resto premier Renzi e ministro Padoan avevano anticipato qualche tempo fa. E se i numeri resi noti su Pil e spread frenano l’entusiasmo per l’attuazione delle riforme in programma, il premier Renzi continua a dimostrarsi fiducioso e ribadisce la volontà di intervenire, non solo su eventuali aumenti di assegni pensionistici più bassi, ma anche con  vantaggi a beneficio di partite Iva e incapienti.

E se esodati, precoci e usuranti ancora dovranno attendere, probabilmente vedendo di nuovo tramontare le loro speranze di modifiche per raggiungere la pensione con i vecchi requisiti pensionistici, la Madia ha annunciato, per le donne, la proroga di usufruire dell’opzione contributivo, per uscire a 57, 58 anni ma con una pensione calcolata con sistema contributivo e non retributivo. Resta ora da capire se effettivamente dopo le elezioni europee, e una probabile vittoria del Pd dato per favorito dagli ultimi sondaggi, qualcosa potrebbe tornare a cambiare, in meglio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il