BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi calcolo prima casa, seconda casa, terreni. Regole tutti i Comuni. Calcolo aliquote, detrazioni

Come calcolare la nuova Tasi sulla casa, istruzioni da seguire, aliquote stabilite dai Comuni e date di scadenza di pagamento. Come fare




Sostituisce l'Imu sulle prime case e deve essere pagata non solo da proprietari ma anche da inquilini: è la nuova Tasi 2014, l'imposta che nasce per finanziare i costi dei servizi indivisibili resi dai Comuni, che avrà specifiche aliquote di pagamento, definite dai Comuni stessi, e prevederà eventuali detrazioni, sempre a discrezione dei Comuni, che toccheranno solo le abitazioni principali. Se la Cgia di Mestre ha stimato un conto Tasi salatissimo soprattutto per gli immobili commerciali, come negozi, uffici, aziende, capannoni, sulle prime abitazioni si dovrebbe pagare molto meno.

Questa comunicazione arriva soprattutto per calmare gli animi di quanti hanno iniziato a temere. appuntamento per il pagamento della prima rata, che sarebbe l'acconto, è fissato al prossimo 16 giugno, nonostante in tanti ne avessero chiesto una proroga. Seconda rata di pagamento il 16 dicembre. I Comuni avranno tempo fino al 23 maggio per approvare e inviare al Ministero dell’economia le aliquote della Tasi per la loro pubblicazione  ufficiale entro il 31 maggio.

Le aliquote potranno essere portate al 3,3 per mille su prime abitazioni e all’11,4 per mille su tutti gli altri immobili. Se non arriverà la comunicazione ufficiale delle aliquote 2014, si pagherà applicando l’aliquota base dell’1 per mille. Toccherà sempre ai Comuni stabilire la quota, tra il 10 e il 30%, che sarà a carico dell’inquilino. Una volta effettuato il conteggio Tasi, dunque, della cifra risultante una percentuale sarà pagata dagli inquilini e il resto dai proprietari.

Per conteggiare la Tasi da versare, il contribuente deve conoscere la rendita catastale, rivalutarla del 5% e poi moltiplicare il risultato per il coefficiente dell’immobile considerato, per esempio 160 per le abitazioni. A questo punto bisognerà applicare l’aliquota deliberata dal singolo Comune per il 2014 e poi sottrarre eventuali detrazioni. La Tasi dovrà essere pagata tramite modello F24 o bollettino postale.

Il calcolo può avvenire utilizzando questo simulatore e servizio gratuito che si trova in questa pagina.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il