BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: situazione aggiornata questa settimana

Ancora controversa la questione pensioni: si parla di interventi e possibilità ma concretamente ancora tutto tace




Potrebbero essere le elezioni europee il termine di un nuovo inizio o tutto potrebbe slittare al prossimo 2015: è ancora abbastanza controversa la situazione pensioni in Italia, ancora da chiudere le partite esodati e Quota 96, che intanto hanno presentato ricorso all’Ue per arrivare finalmente ad avere la loro pensione. E se negli ultimi giorni si è parlato di condizioni negative economicamente per procedere ad effettivi interventi, il ministro Madia, dopo aver dato il via ai primi prepensionamenti dei lavoratori pubblici (20mila) in esubero, ha annunciato di voler continuare sulla sua strada in questo senso, estendendo ad altre persone la possibilità di andare in pensione prime, e arrivando a coinvolgere anche i privati.

La possibilità di prepensionamento potrebbe essere di “sei mesi, un anno”, non tanto, dunque, anzi forse poco per soddisfare chi è a lavoro da tanto tempo o svolge mansioni pesanti, come i precoci e gli usuranti che, in realtà, attendevano misure pensate ad hoc per loro già da tempo. Sono, dunque, ancora tanti, troppi i nodi irrisolti. Ma mentre si temporeggia e si teme che tutto si possa bloccare, anche perché è chiaro che la legge Fornero nonostante errori e problemi sembra sia ‘intoccabile’ per i benefici (80 miliardi) che produrrà, il ministro Poletti, dopo aver parlato di priorità degli esodati durante il 17esimo Congresso Cgli e di tempi non maturi per interventi sulle pensioni, accantonato il prestito pensionistico, ha parlato di una nuova possibilità di pensione anticipata per gli over 60.

Ma da parte del premier Renzi tutto tace, motivo per il quale si suppone che promesse e annunci resteranno, per il momento, ancora tali, forse fino a quel 2015 anno in cui lo stesso presidente del Consiglio, appoggiato dal ministro dell’Economia Padoan ha promesso aumenti per le pensioni inferiori ai mille euro. Il tutto sperando che il quadro economico italiano migliori rispetto agli ultimi dati resi noti altrimenti ci si potrebbero aspettare solo interventi negativi come contributo di solidarietà sulle pensioni d’oro o blocco delle rivalutazioni delle pensioni.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il