Mutui 2014 e prestiti personali Maggio-Giugno-Luglio: tassi di interesse medi, previsioni e Btp-Bund

Spread bancari in calo, e previsioni rosee per il futuro: cosa accadrebbe se gli spread continuassero a scendere? Previsioni

Mutui 2014 e prestiti personali Maggio-G


Lo spread fra Btp italiani e Bund tedeschi la scorsa settimana ha toccato quota 180 punti dopo gli ultimi dati negativi sul Pil italiano, salendo rispetto ai 140-150 dei giorni precedenti. E l’andamento dello spread è da tenere sotto controllo soprattutto da parte di chi ha intenzione di accedere un mutuo o chiedere un prestito. Come rilevato da Mutuisupermarkt, i migliori spread bancari sono sul 2,5%, in base all’ultimo dato registrato nel marzo scorso, decisamente buono rispetto al 3,3% e al 2,9% del 2012.

E sono diverse le banche che stanno lanciando nuove offerte, decisamente più convenienti, che stanno portando anche a diverse surroghe da parte di chi decide di cambiare banca perché magari ha trovato un’offerta più conveniente. E, infatti, in questi ultimi mesi il livello delle surroghe è notevolmente aumentato e gli ultimi dati di Mutuisupermarket parlano di un 17% di nuovi mutui erogati. E si tratta di procedure che cresceranno ancora se gli spread continueranno a scendere.

Secondo le previsioni, infatti, se le banche dovessero continuare a ridurre i costi dei nuovi mutui, se gli spread calassero ancora, i clienti inizieranno a cercare sempre nuove offerte e a ricorrere a nuove surroghe stipulando mutui sempre più convenienti. Ecco perché si stima che la tendenza al ribasso degli spread di questi ultimi mesi possa proseguire ancora.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il