BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto e amnistia: Orlando favorevole, ma non momento giusto. Nuova data per testo unificato legge

E’ slittata la presentazione del testo unificato su indulto e amnistia probabilmente alla prossima settimana mentre Orlando apre a misure di clemenza




Lo scorso 15 maggio si attendeva la presentazione del testo unificato sui quattro ddl su indulto e amnistia ma tutto si è concluso con un nulla di fatto e si attende la prossima data fissata. Probabilmente la nuova presentazione si terrà solo dopo l’appuntamento del ministro della Giustizia Orlando a Strasburgo per presentare i nuovi dati sulla situazione carceraria italiana ed eventuali nuove misure per un miglioramento delle condizioni di vita dei detenuti nelle celle.

Il nostro Paese, infatti, è già stato condannato dall’Ue per aver violato i diritti civili a causa delle condizioni disumane e drammatiche in cui vivono i carcerati. Il prossimo 28 maggio sarà l’ultimo termine in cui il Belpaese potrà presentare misure risolutive per questo grave problema sociale ed evitare così la salata sanzione di Strasburgo.

Intanto il ministro della Giustizia Orlando, da sempre contrario a queste misure di clemenza, dopo aver aperto a tali possibilità già nei giorni scorsi, rispondendo ad un nuovo intervento del presidente Napolitano, ha ribadito: “Io non demonizzo l’indulto e l’amnistia. Non ho però la facoltà di mutare l’orientamento delle forze politiche e serve la maggioranza dei due terzi in Parlamento per approvare queste misure. Se oggi seguissimo questa strada rischieremmo di non ottenere alcun risultato, senza dare le risposte necessarie per migliorare il sistema”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il