BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne Governo Renzi: calcolo contributivo per seconde proroga anche nel 2015 Forse

Donne ancora in pensione prima con opzione contributivo: come funziona, per chi vale e quando si può lasciare il lavoro




Potrebbe essere prorogata ancora di un anno la possibilità di ricorrere all’opzione contributivo per le donne, per permettere loro di andare in pensione prima dei 66 anni stabiliti dalla legge Fornero. L'annuncio di questa possibilità è arrivato dal ministro Madia.

Scegliendo l’opzione contributivo infatti le donne possono lasciare il lavoro a 57, 58 anni, calcolando l’assegno  pensionistico finale con sistema contributivo e non retributivo. Questo sistema porterà ad incassare certamente una pensione inferiore rispetto a quella che si sarebbe incassata con sistema retributivo.

Questa resta una porta aperta di cui si rallegrano le donne che possono avere così la possibilità di uscire prima senza dover rispettare necessariamente i rigidi requisiti in vigore. Il sistema opzione contributivo, nato con la riforma Maroni nel 2004, dava la possibilità alle lavoratrici precoci di andare in pensione con i requisiti agevolati, scegliendo il sistema di calcolo contributivo.

Se il Decreto Salva-Italia prevede che l'opzione contributiva vale per le donne fino al primo gennaio del 2015, ora si parla di possibile proroga. E questa proroga potrebbe arginare le richieste di forme di pensioni flessibili, iniziando a lasciare a qualcuno ancora la possibilità di lasciare il lavoro prima senza dover agire con interventi che renderebbero solo peggiore la situazione del momento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il