BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pos professionisti obbligatorio Giugno 2014; no multa, non necessario per tutti. Associazioni divise

Da luglio prossimo obbligo per commercianti e liberi professionisti di dotarsi di Pos per pagamenti: nessuna sanzione prevista per chi non adempie




E’ in vigore dal prossimo mese di luglio l’obbligo per commercianti e liberi professionisti di dotarsi di Pos per permettere ai propri clienti pagamenti tracciabili tramite carte bancomat o carte di credito per cifre superiori ai 30 euro. Tutti saranno obbligati ad adattarsi alla nuova misura indipendentemente dal reddito. Eppure chi dovesse violare tale novità non sarebbe soggetto a sanzioni. L’unico rischio che si corre è una mora del creditore.

Il presidente del Consiglio Nazionale Forense Guido Alpa ha spiegato che “La previsione normativa corrisponde a chiari intendimenti di semplificazione e non stabilisce affatto che tutti i professionisti debbano dotarsi di POS, né che tutti i pagamenti dovranno essere effettuati in questo modo a partire dalla data indicata, ma solo che, nel caso il cliente voglia pagare con una carta di debito, il professionista sia tenuto ad accettare tale forma di pagamento”.

E precisa: “In altre parole, salvi i limiti vigenti nell’ordinamento (perché previsti da altre fonti; si pensi ad esempio al divieto di pagamento in contanti oltre la soglia di mille euro, previsto dalla normativa antiriciclaggio, espressamente richiamata dalla disposizione in commento; cfr. art. 49, d. lgsl. 231/2007), la volontà della parti del contratto d’opera professionale (cliente ed avvocato) resta ancora il riferimento principale per la individuazione delle forme di pagamento. Ad esempio, i clienti che sono soliti effettuare i pagamenti tramite assegno o bonifico bancario potranno continuare a farlo”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il