BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2014 e Unico 2014: novità settimana Agenzia Entrata e non solo. Nuovi chiarimenti

Cosa cambia per compilazione modelli 730 e Unico 2014 e possibile slittamento presentazione. Novità detrazioni e rimborsi




Si avvicina la seconda scadenza di presentazione del modello 730 2014 (31 maggio) e sono diversi i nuovi chiarimenti e le novità comunicate per una corretta compilazione del modello. Mentre l'Agenzia delle Entrate ha infatti fornito nuove precisazioni sui capitoli detrazioni previste per quest'anno, e che riportano diverse novità e cambiamenti rispetto allo scorso anno, da quelle per spese mediche a quelle per le donazioni in favore di Onlus e partiti politici, a quelle per spese di istruzione e bonus ristrutturazioni casa, tra le altre novità, la possibilità per contribuenti finora esonerati dal 730 di presentare il modello di dichiarazione dei redditi, e cioè i contribuenti senza sostituto di imposta.

Questa misura riguarda chi non ha un datore di lavoro al quale consegnare il 730 per ottenere con la busta paga di luglio la restituzione dei rimborsi fiscali come, per esempio, di chi ha perso il lavoro nel 2013, e che deve dichiarare il reddito dell’anno scorso e ha diritto ai rimborsi Irpef. Possibile inoltre presentare anche quest’anno il modello in versione editabile, che si può scaricare dal sito dell’Agenzia delle Entrate, e novità riguardano anche i rimborsi. Cambiano infatti le modalità di rimborsi oltre i 4mila euro che arriveranno solo dopo attenti controlli e verifiche.

Intanto si attende un eventuale slittamento della presentazione sia del modello 730 che di Unico 2014 a causa di diversi problemi e accavallamenti di scadenze fiscali che potrebbero verificarsi in questo periodo, soprattutto a causa della confusione creata dal pagamento dell’acconto Tasi, in programma il prossimo 16 giugno, anche se non per tutti. Il decreto del governo che si attende, infatti, dovrebbe prevedere una nuova data di pagamento Tasi per i Comuni che entro venerdì scorso non hanno deliberato le proprie aliquote, e che potrebbe scalare ora al 16 ottobre, e un nuovo termine di presentazione per i modelli fiscali per le dichiarazioni dei redditi relativi a quanto percepito nel 2013.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il