BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi 2014, Imu: prima rata. Chi, quando, come deve pagare prima e seconda casa. Scadenze Comuni

Come pagare le tasse sulla casa Imu e Tasi: prima scadenza di pagamento il 16 giugno. Ma non per tutti. Come fare e novità




Si avvicina la scadenza del pagamento acconto Tasi e Imu 2014 in programma il prossimo 16 giugno. Come da qualche anno ormai, proprietari di case e altri immobili sono chiamati a versare l’imposta sul patrimonio immobiliare che detengono ma anche quest’anno ne sono esenti abitazioni principali e terreni agricoli. Sempre il 16 giugno si dovrà pagare l’acconto Tasi, nuova tassa sui servizi indivisibili, ma questa scadenza di pagamento non vale per tutti i Comuni.

Si pagherà infatti solo nelle città in cui sono state deliberate le aliquote di pagamento entro lo scorso 23 maggio: in quel caso i cittadini devono calcolare la Tasi sui criteri definiti dai propri Comuni (aliquote e detrazioni) e versarne l’acconto. I Comuni che non hanno rispettato la data del 23 maggio per la comunicazione ufficiale delle aliquote decise dovranno invece pagare il 16 ottobre. Pagano la Tasi, a differenza dell’Imu, sia proprietari che inquilini, questi ultimi in misura del 10, 30% sulla cifra totale. Spetta ai Comuni deciderne la percentuale.

Sia Imu che Tasi si calcolano sulla base della rendita catastale, si rivaluta del 5%, si moltiplica il risultato per il coefficiente del proprio immobile e vi applicano alla fine aliquote, che variano in base agli immobili considerati se prime case o seconde o immobili commerciali, ed eventuali detrazioni, che valgono però solo sulle prime abitazioni. Il pagamento dovrà avvenire tramite bollettino postale o modello F24.

L’Imu e la Tasi si possono calcolare con il seguente simulatore semplicemente compilando online i campi richiesti in questo simulatore-software online

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il