BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Renzi: situazione questa settimana aggiornata

Dopo vittoria alle europee, si potrebbe riaprire il dibattito sulle pensioni con nuove modifiche e flessibilità in uscita: situazione e previsioni




Dopo aver promesso il bonus irpef di 80 euro per chi lavora e per i disoccupati, il premir Renzi, solo qualche giorno fa, ha rilanciato, annunciando la misura anche per pensionati. “Il bonus degli 80 euro in busta paga sarà mensile e per sempre. Questa stessa cifra degli 80 euro arriverà ai pensionati nel 2015, perchè farlo insieme alla misura per le famiglie non era possibile. Le cifre economiche sono sostanzialmente le stesse che hanno riguardato le famiglie: se si prende mille euro ne avranno mille e ottanta”: questa la promessa di Renzi che, all’indomani delle elezioni europee e di un risultato che lo ha nettamente premiato, si spera sarà realizzata.

Ma non solo: considerando il dato vincente che il Pd ha ottenuto, la probabile stabilità economica cui questo risultato potrebbe portare, l’auspicio è che nei prossimi giorni di possa riaprire il dibattito pensioni orientandolo verso nuove possibilità di pensioni di vecchiaia anticipate, tanto attese da tanti, soprattutto da questi lavoratori precoci e usuranti che non ce la fanno ad arrivare a maturare i requisiti richiesti oggi dalla legge Fornero.

Probabilmente le novità che potrebbero riportare in ballo prestito pensionistico, prepensionamenti e scivolo per esodati, nonché pensione anticipata per coloro che hanno superato i 60 anni, saranno sostenute anche da altre forze politiche, a partire da Lega e Movimento 5 Stelle, che hanno proposto una radicale riforma della legge pensionistica attuale che sta creando solo problemi e malcontenti, nonostante i benefici, stimati in 80 miliardi di euro, che secondo le previsioni dovrebbe garantire nei prossimi anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il