BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi 2014 e Imu: calcolo prima casa, seconda casa della prima rata. Detrazioni e aliquote

Come si pagano le tasse sulla casa Imu e Tasi: differenze e calcoli pagamento. Caos su date di scadenza prima rata acconto




Le date di scadenza di pagamento sono le stesse, 16 giugno e 16 ottobre, entrambe si calcolano sulla base imponibile della rendita catastale cui applicare precise aliquote e detrazioni, entrambe si pagano con bollettini postali o modelli F24, ma una, l’Imu, si paga su tutti gli immobili ad esclusione di abitazioni principali e terreni agricoli; l’altra, la Tasi, si paga su tutti gli immobili compresi terreni e prime abitazioni. L’una, l’Imu, viene versata solo dai proprietari, e l’altra, la Tasi, deve essere pagata sia da proprietari che da inquilini, in caso di immobili affittati.

E sarà il Comune a decidere in che misura gli inquilini verseranno la nuova tassa sui servizi indivisibili dei Comuni. A loro spetta, infatti, una quota di pagamento compresa tra il 10 e il 3% della cifra totale. Sono esenti dal pagamento Tasi solo la Chiesa e i luoghi di culto.  

Imu e Tasi, come detto, partendo dalla rendita catastale. Una volta rivalutato questo valore del 5% e moltiplicatone il risultato per il coefficiente singolo dell’immobili per cui si pagano le tasse, bisogna applicare aliquote di ogni immobile, prima e seconda casa e altri immobili, ed eventuali detrazioni per prime abitazioni, decise dai singoli Comuni e il risultato sarà quanto bisognerà pagare. La prima scadenza del 16 giugno vale per l’Imu e per la Tasi ma in quest’ultimo caso non per tutte le città di Italia.

La scadenza di giugno dovrà essere rispettata solo dai cittadini dei Comuni in cui sono state deliberate le aliquote di pagamento di quest’anno entro venerdì scorso 23 maggio. Se non sono state comunicate entro tale termine, allora il versamento dell’acconto slitta al 16 ottobre.

Il decreto che definirà precisamente la data di proroga, chiarirà anche se a slittare sarà anche il pagamento dell’acconto anche per seconde case, per cui inizialmente era stato comunque confermato il pagamento entro giugno, anche in mancanza di nuove aliquote, calcolando la tassa sull’aliquota dell’1 per mille.

Per calcolare Tari e Imu, si può cliccare sul seguente calcolatore-software online

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il