BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensione precoci e usuranti Governo Renzi:situazione questa settimana aggiornata

Finalmente cambiamenti per pensioni di lavoratori precoci e usuranti? Attesa anche per Quota 96 ed esodati. I piani del governo




Precoci e usuranti probabilmente possono tornare a sperare in forme di pensione flessibile per lasciare il lavoro prima di raggiungere necessariamente i requisiti richiesti dalla legge Fornero. Si potrebbe infatti tornare a parlare di prestito pensionistico, uscita flessibile, prepensionamenti, soprattutto alla luce dei risultati conseguiti da Matteo Renzi e dal suo Pd in queste elezioni europee. Un vero e proprio trionfo che fa ben sperare nelle prossime riforme che il governo ha intenzione di attuare, da quella della P.A., a quella della Giustizia a quella del Fisco.

L’attenzione però ora è concentrata sulle possibilità che i pensionati potrebbero avere: considerando infatti il consolidamento del partito di governo che ha decisamente surclassato gli altri con il risultato record di oltre il 40%, la situazione economia dovrebbe, seppur lentamente, stabilizzarsi, la fiducia mostrata dovrebbe portare anche risultati positivi sui mercati e tutto questo potrebbe portare a rivedere gli interventi, ma in senso positivo e non negativo com’era stato annunciato qualche giorno fa, sul sistema pensionistico attuale.

E a beneficiarne potranno essere proprio quelle categorie di lavoratori, come esodati, Quota 96, usuranti e precoci, di cui da sempre si parla, per cui da sempre si discute ma che sono ancora in attesa di cambiamenti reali. E se il problema principale è rappresentato sostanzialmente dal difficile reperimento delle risorse finanziarie necessarie, sarà proprio in tal senso che il governo lavorerà per garantire una pensione flessibile a chi non può raggiungere i 66 anni di età attualmente stabiliti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il