BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni precoci e usuranti Governo Renzi: conseguenze per Italia dopo legge Germania

Possibili modifiche sulle pensioni italiane dopo nuovo pacchetto approvato in Germania? Cosa sta cambiando?




Il Bundestag tedesco ha dato il via libera ad un nuovo pacchetto di riforme sulle pensione che permetterà ad alcuni lavoratori di andare in pensione in anticipo. Se, infatti, la Germani ha elevato l'età pensionabile da 65 a 67 anni, dall’altro permetterà a chi ha 63 anni di età e 45 anni di contributi di lasciare il lavoro. La proposta, accolta, è stata della Cdu di Angela Merkel che prevede anche altre misure a favore dei lavoratori, come l’aumento degli assegni per le madri rimaste a casa per maternità o per gli inabili al lavoro.

Esosi i costi annuali che si stimano intorno agli 11 miliardi di euro. Il pacchetto è passato al Bundestag con 460 voti a favore, 64 contrari e 60 astenuti. E ora si guarda alla Germania con particolare attenzione, traendo forse ispirazione da quelle nuove misure che ‘farebbero comodo’ anche a lavoratori e pensionandi italiani. Del resto nel nostro Paese da mesi ormai si parla di modifiche alle pensioni indirizzate verso forme di flessibilità per consentire un ritiro anticipato dal lavoro.

E il motivo nasce dal fatto che, probabilmente come in Germani, i requisiti pensionistici in Italia, con l’avvento della legge Fornero, sono diventati troppo rigidi soprattutto per alcune categorie di lavoratori, come precoci e usuranti, che non riescono a raggiungerli o che farebbero molta fatica a maturarli, motivo per il quale le prossime settimane sembrano poter essere quelle decisive per scoprire quali saranno le reali modifiche pensionistiche che il governo metterà in atto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il