BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Calcolo Tasi: prima rata. Come funziona, Scadenze, si paga 16 Giugno o con proroga

Come funzionano calcolo e pagamento Tasi e chi e quanto deve pagare: come seguire passo per passo le operazioni da svolgere




La Tasi, insieme all’Imu, si paga il 16 giugno e il 16 dicembre. Ma bisogna precisare che queste due rate di scadenza di pagamento valgono solo in quei Comuni dove sono state deliberate le aliquote di pagamento per quest’anno entro venerdì scorso; mentre nei Comuni che devono ancora definire le loro nuove aliquote, ed eventuali detrazioni, si pagherà il prossimo 16 settembre o 16 ottobre. Resta ancora da cpiare quali saranno le decisioni in merito che saranno riportate dal decreto ormai in arrivo a giorni.

La Tasi segue le stesse modalità di calcolo dell’Imu, e può  essere facilmente calcolata in automatico anche attraverso questo calcolatore-simulatore software online, che in poco tempo rende nota la cifra da versare in base all’immobile per cui bisogna pagare. Le aliquote di pagamento della Tasi possono raggiungere un massimo del 3,3 per mille sulle abitazioni principali e dell’11,4 per su tutti gli altri immobili, da seconde case a immobili commerciali come negozi e uffici.

Partendo dalla rendita catastale dell’immobile, per conoscere la Tasi, bisogna rivalutare tale rendita del 5%, applicare il coefficiente di ogni immobile moltiplicandolo e quindi al risultato ottenuto applicare aliquote e detrazioni, se previste per le abitazioni principali. Il risultato che ne deriverà sarà la cifra da pagare di Tasi, che non sarà completamente a carico di proprietari, perché una cifra compresa tra 10 e il 30% del  valore compressivo da pagare spetterà agli inquilini. Saranno sempre i Comuni a definirne la percentuale. Fatti tutti questi passi, si può dunque passare al pagamento che deve essere effettuato tramite modello F24 o bollettino postale.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il