BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: cambiamenti in seconda fase riforma lavoro e riforma PA

Riforma pubblica amministrazione prima e seconda fase del jobs act poi: i passaggi cruciali che potrebbero definire modifiche alle pensioni




Si continua a parlare di possibili interventi sulle pensioni, si continua ad aspettare giugno per capire quale sarà il futuro dei prepensionamenti della Madia che saranno ridiscussi quando in Consiglio dei Ministri, il prossimo 13 giugno, arriva la riforma della P.A. Si tratta di un piano che ha raccolto plauso iniziale da parte di tanti, che è stato bloccato poi dalla Ragioneria di Stato per il costo alto che avrebbe comportato, ma auspicato da molti perché permetterebbe da una parte la pensione anticipata di molti (si parla di 85mila dipendenti pubblici) e dall’altra l’assunzione di nuovi giovani che andrebbero a coprire i posti lasciati liberi dai prepensionati.

Il piano però prevede una nuova assunzione ogni cinque prepensionamenti. E dopo la riforma della P.A., prossimo appuntamento per modifiche alle pensioni potrebbe arrivare con la seconda fase del jobs act. Obiettivo del governo Renzi è, infatti, quello di approvare tutta la seconda parte della riforma del lavoro entro la fine dell'anno. Il premier preme per cambiare il mercato del lavoro, il ministro Poletti per trasformare in realtà le ipotesi di cambiamento sulle pensioni.

E in questa ‘seconda fase’ del jobs act potrebbe inserire la sua riforma per quanto riguarda esodati e legge universale per prepensionamenti anticipati a costo zero. Questa l’idea, intanto Poletti ha anche annunciato la volontà di convocare un nuovo tavolo tecnico per discutere la questione esodati, in programma probabilmente per la prossima settimana.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il