BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: calcolo online prima rata per prima casa, seconda casa tutti Comuni e immobili

Calcolo Imu e Tasi su tutti gli immobili: quando e come si paga ed esempi con aliquote e detrazioni. Come fare




Caf, professionisti abilitati ma anche software e servizi online automatici e gratis queste le modalità che permettono di calcolare l’Imu e la Tasi da pagare quest’anno. Due le scadenze fissate: 16 giugno e 16 dicembre ma non valide per tutti i Comuni di Italia.Pagano infatti il 16 giugno solo i Comuni che hanno comunicato le aliquote nuove di pagamento della Tasi entro lo scorso 23 maggio, mentre pagano ad ottobre, il 16, le città che non hanno mantenuto l’impegno di comunicare le nuove aliquote entro la scorsa settimana.

Per consultare la lista dei Comuni che hanno adempito alla scadenza basta accedere al sito del Mef, http://www.riscotel.it/wikiiuc/doku.php?id=wiki:mef:riscotelmef, dove accanto ad ogni Comune sono riportate le aliquote di prima casa, degli altri immobili e le detrazioni stabilite, nonché la quota di pagamento della tassa dedicata agli inquilini.

Una percentuale tram il 10 e il 30%, infatti, secondo quanto stabilito dalla normativa, deve essere pagata dagli inquilini e sono i singoli Comuni a deciderne la percentuale e, soprattutto, se gli inquilini debbano pagare o meno. Nella maggior parte dei Comuni pagano, ma in altri, come Napoli, il Comune ha deciso di non far versare nulla agli inquilini. Le aliquote di pagamento possono arrivare ad un massimo del 3,3 per mille su abitazioni principali e dell'11,4 per mille per tutti gli altri immobili.

Per fare un esempio di come si calcola la tassa in base anche alle detrazioni fissate, consideriamo il caso di Genova che ha deliberato un’aliquota del 3,3 per mille sulle prime abitazioni, con detrazioni decrescenti in base alla rendita catastale, che sono di 114 euro per rendite catastali fino a 500 euro, di 80 euro per rendite da 500 a 700 euro, di 50 euro oltre i 900 euro solo per le famiglie con un Isee pari o sotto i 15 mila euro. Il Comune ha stabilito anche detrazioni, come previste per l’Imu, per i figli a carico di età inferiore ai 26 anni.


 
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il