BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e IMU 2014: calcolo, come si paga, scadenza, compilazione modello F24 e bollettini postali

Come si pagano Imu e Tasi con bollettino postale e modello F24 e come calcolare le imposte sulle casa




Si paga il 16 giugno l’acconto e il 16 dicembre il saldo delle tasse sulla casa Imu e Tasi. Entrambe si possono calcolare tramite servizi online e simulatori, che permette automaticamente la compilazione del modello F24 da presentare poi per il pagamento, o con l’aiuto di Caf e commercialisti. Sia Imu e Tasi si pagano con modello F24 e bollettino postale. I bollettini sono disponibili in tutti gli uffici postali, riportano il numero di conto corrente 1017381649 e sono intestati a Pagamento Tasi.

Si può pagare con un singolo bollettino le imposte su più immobili, purché si trovino nello stesso Comune e si compila lo spazio ‘codice catastale’, bisogna riportare il codice del Comune in cui si trova l’immobile e inserire il codice fiscale e i dati anagrafici del proprietario dell’immobile; per il versamento del 16 giugno, bisogna barrare ‘acc’ (acconto); la casella ‘saldo’; il campo ‘numero di immobili’ dove si riporta il numero degli immobili (della stessa tipologia) per cui si paga; l’anno di riferimento 2014; e gli importi in corrispondenza del rigo della tipologia di immobile per cui si paga.

Il pagamento dell’Imu e della Tasi possono avvenire anche tramite il modello F24 che può essere utilizzato da tutti i contribuenti e soprattutto da coloro che hanno dei crediti d’imposta e vogliono impiegarli per il pagamento del nuovo tributo.

Nel modello vanno inseriti i dati anagrafici, si compila poi la sezione ‘Imu e altri tributi locali’, anche in questo caso per il pagamento di giugno bisogna scegliere ‘acc’, scrivere il numero degli immobili e riportare il codice tributo di ogni immobile 3958 per abitazione principale e relative pertinenze; 3959 per fabbricati rurali ad uso strumentale; 3960 per aree fabbricabili; 3961 per altri fabbricati; l’anno di riferimento è il 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il