BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Mutui, prestiti, azioni, obbligazioni, Bot: manovra Bce-Draghi giovedì 5 giugno 2014. Conseguenze

Decisione Bce oggi giovedì 5 giugno su misure non convenzionali di sostegno all’economia: possibili previsioni e situazione




AGGIORNAMENTO: Ieri è avvenuto il tanto atteso intervento della BCE e di Draghi sui tassi e non solo nell'Area Ue. Cosa puà cambiare, le novità, gli impatti e le conseguenze su mutui, prestiti, Bot, Btp, conti deposito li abbiamo spiegati in questo articolo al seguente link diretto

Sono attese per oggi, giovedì 5 giugno, le eventuali misure non convenzionali che la Bce deciderà, o meno. La Bce potrebbe abbassare ancora il tasso sui finanziamenti, quello che le banche pagano per prestiti a brevissimo termine, allo 0,1% e addirittura sotto zero quello che ricevono le banche dalla Bce quando mettono al riparo la liquidità. Altra misura possibile, una nuova iniezione di liquidità (circa 500 milioni) alle banche a condizione però che queste ultime la utilizzino a sostegno del credito a imprese e famiglie. In questo modo si tornerebbe a fare muovere l’economia.

La Bce potrebbe iniettare anche nuova moneta in un altro modo:, e cioè acquistando titoli presenti sul mercato finanziario, come fà la Federal Reserve che ogni mese acquista titoli di Stato e titoli agganciati al mercato dei mutui per un controvalore di 65 miliardi di euro. La strada che la Bce dovrebbe percorrere è quella che porta all’acquisto di Abs (Asset backed Securities) che sono prestiti contenuti in un unico titolo che paga una cedola e prevede un rimborso a scadenza, così come obbligazioni.

Un eventuale abbassamento dei tassi porterebbe a risultati positivi in Italia: si abbasserebbero di conseguenza i tassi su mutui e prestiti personali, salirebbero i rendimenti di Btp e Titoli di Stato, così come quelli sulle obbligazioni, anche se non sul breve periodo. Ciò che probabilmente non risentirebbe particolarmente delle novità eventuali decise dalla Bce potrebbe essere il mercato azionario. Ma non resta che attendere di sapere quali saranno le mosse reali di Draghi.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il