BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: calcolo, come si paga, scadenza prima casa, seconda casa e tutti gli immobili

Pagamento acconto Imu il 16 giugno per tutti, proroga Tasi al 16 ottobre solo in alcuni Comuni. Come sapere in quali Comuni si paga a giugno




Non si paga su prime abitazioni e terreni agricoli l’Imu, mentre si paga su tutti gli immobili comprese prime case la Tasi. L’appuntamento per il pagamento della prima rata è fissato al 16 giugno nonostante la proroga approvata ufficialmente ieri che sposta il termine di pagamento dell’acconto al 16 ottobre. Questo rinvio, infatti, non vale per tutti i Comuni e, soprattutto, non vale per l’Imu. E’ stato prorogato il versamento ad ottobre solo per i Comuni che entro il 23 maggio scorso non hanno deciso le nuove aliquote. Tra questi Milano, Firenze e Roma che, nonostante siano soggetti al rinvio della Tasi, comunque il 16 giugno sono chiamati a pagare l’acconto Imu su seconde case e tutti gli altri immobili.

In tutti i Comuni che hanno rispettato la scadenza di delibera del 23 maggio scorso, e per sapere quali sono si può consultare il seguente sito http://www.riscotel.it/wikiiuc/doku.php?id=wiki:mef:riscotelmef, il 16 giugno, si pagherà acconto Imu e acconto Tasi. Il calcolo può essere semplice da fare senza necessariamente doversi rivolgere a Caf e professionisti abilitati, attraverso l’uso del seguente calcolatore, che permette anche la compilazione automatica del modello F24.

Una volta effettuati tutti i passaggi e verificata la correttezza del calcolo, l’F24 dovrà solo essere stampato e consegnato per il pagamento o salvato nel caso di paghi direttamente online. Dovrà invece recarsi presso un ufficio postale chi decide di pagare con bollettino postale. Il bollettino sarà lo stesso su tutto il territorio nazionale, riporta già la dicitura Pagamento Tasi e il numero di conto corrente su cui effettuare il versamento. Basterà semplicemente completare la compilazione inserendo negli appositi campi i dati richiesti e quindi procedere al pagamento o online o sempre in qualche ufficio di Poste Italiane.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il