BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: calcolo online prima casa, negozi,seconda casa e F24 pagamento o bollettino postale

Calcolo Tasi su abitazioni principali e tutti gli altri immobili: modalità possibili e di versamento. Si può pagare con bolletino postale o modello F24




Caf, commercialisti o tramite servizi online: sono diverse le possibilità per i contribuenti di calcolo della nuova Tasi sulla casa. L’imposta sui servizi indivisibili comunali, che si pagherà il 16 giugno e il 16 ottobre nei Comuni che hanno deciso le aliquote entro il 23 maggio scorso, generalmente si calcola rivalutando del 5% la rendita catastale dell’immobile e moltiplicando poi il risultato per il coefficiente del proprio immobile, per esempio 160, coefficiente delle abitazioni.

Ottenuto tale risultato si dovrà applicare l’aliquota comunale su abitazioni principali e altri immobili, e, nel caso di prime abitazioni, bisognerà sottrarre le detrazioni se il Comune le ha previste. Le aliquote decise dai singoli comuni possono essere alzate dal 2,5 al 3,3 per mille su prime abitazioni, e dal 10,6 all'11,4 per mille su tutti gli altri immobili.

Come detto a inizio pezzo, il calcolo Tasi si può effettuare anche servendosi del seguente simulatore online su Internet che oltre a far conoscere al contribuente la cifra di Tasi da pagare, è in grado di compilare automaticamente il modello F24 per il successivo pagamento. In questo caso se si paga online basterà solo salvare il modello, se invece non si paga online il modello F24 dovrà essere salvato, stampato e presentato in sede di versamento.

Per pagare la Tasi si può scegliere se usare bollettino postale o il modello F24: per compilare il bollettino postale basta recarsi in in qualsiasi ufficio di Poste Italiane, e lo si trova già compilato con numero di conto corrente 1017381649 e dicitura Pagamento Tasi. Per completare la compilazione bisogna riportare dati anagrafici e quelli dell’immobile richiesti negli appositi campi liberi. Si può poi pagare o direttamente presso un ufficio postale o via web.

Per il modello F24 si compila la sezione ‘Imu e altri tributi’, si compilano i campi che richiedono l'anno di imposta, il codice catastale del comune dell'immobile, la sigla ‘acc’ (acconto) e i codici tributo relativi ad ogni tipologia di immobile e che sono 3958 per l'abitazione principale, 3959 per fabbricati rurali, 3960 per aree fabbricabili e per concludere 3961 per fabbricati per altro uso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il