BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: situazione aggiornata della settimana. Il punto

Soluzioni esodati e quota 96, prepensionamenti Madia e nuovo esonero di servizio: cosa cambierà e quali misure con riforma P.A.?




Mentre si va avanti finalmente decisi per chiudere la questione esodati e il prossimo 23 giugno approda in Aula la proposta unica di legge del presidente Cesare Damiano di cui inizierà l'esame, e mentre i 4mila pensionandi della scuola di Quota 96 attendono risposte sulla loro possibilità di pensionamento entro il prossimo agosto, il 13 giugno, quando in Consiglio dei Ministri arriva la riforma della Pubblica Amministrazione, si potrebbero definire anche le nuove linee da seguire per interventi sulle pensioni.

Dopo la legge universale del ministro Poletti, di uno scivolo per gli statali e la possibilità di pensionamento anticipato per gli over 60, proposta che potrebbe aiutare anche gli esodati, dopo il piano prepensionamenti che ha fatto discutere per settimana, la nuova misura in discussione sarà quella dell'esonero di servizio, definito dal ministro Madia 'intelligente'.

L’esonero di servizio consente una pensione anticipata per i dipendenti statali che potranno lasciare il lavoro a patto che manchino 5 anni alla pensione effettiva, ma con uno stipendio ridotto al 65%. I contributi continueranno ad essere regolarmente pagati. Ad essere ‘esonerati’ dovrebbero essere soprattutto i dipendenti meno virtuosi, meno qualificati, o che abitano lontani dai posti di lavoro. Per loro ci sarà la possibilità di essere ricollocati, per esempio, presso amministrazioni nel proprio luogo di residenza e con orari ridotti , e se si accetta di essere ricollocati, la riduzione dello stipendio sarà del 20-25% della retribuzione. E di questo nuovo piano si saprà il prossimo 13 giugno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il