BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini Governo Renzi: non solo uscita contributiva, ma nuovi tipi prepensionamento

Tramonta l’ipotesi del piano prepensionamenti da inserire in riforma della P.A. ma resta possibile la misura donne per pensione anticipata




AGGIORNAMENTO: Tra conferme e smentite sembra ritornare il piano per i prepensionamenti statali con una anticipazione di due anni dell'uscita, ma solo per il personale in esubero.
Ci sono, poi, altre forme come il part time e la staffetta generazione e l'opzione contributivo donna. Quindi, nuove e interessanti novità per gli statali, ma con conseguenze importanti potenzialmente anche per i privati. Tutti i dettagli, in questo articolo al seguente link diretto


A qualche giorno dall’arrivo della riforma della Pubblica Amministrazione in Consiglio dei Ministri, il governo frena sul tanto discusso piano prepensionamenti e dice no perché ritiene la misura “non opportuna con la necessità di trovare in fretta un piano B”. Il dietrofront sui prepensionamenti dipende probabilmente dalla contrarietà mostrata dei lavoratori del settore privato. Nel documento inviato dal ministro Madia ai sindacati, convocati per una riunione giovedì 12 giugno alla vigilia della presentazione della riforma della P.A. scrive che a fronte di un “ritorno marginale ci sarebbe stato il rischio di nuove distorsioni”.

Considerando che i prepensionamenti non potranno più dar vita alla staffetta generazionale, per permettere ai giovani l'ingresso nel mondo del lavoro, il governo potrebbe focalizzarsi sulla cancellazione della pratica del trattenimento in servizio, cioè del sistema per cui si può restare al lavoro per altri due anni anche dopo aver raggiunto l’età della pensione. E secondo le stime questo sistema potrebbe liberare tra i 10mila e i 15mila posti.

Tramonta l’idea del prepensionamento, per statali e privati, ma resta possibile l’approvazione della cosiddetta misura donna. Questa opzione prevede la possibilità per le donne lavoratrici dipendenti di andare in pensione prima con le vecchie regole ma accettando una pensione interamente calcolata con regime contributivo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il