BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: come si paga e calcolo prima rata prima casa, seconda casa, terreni, capannoni

Date di scadenza del primo pagamento, aliquote, detrazioni, quota per inquilini, delibere ufficiali e proroghe: come si pagano Imu e Tasi




Via libera alla proroga di pagamento della prima rata Tasi nei Comuni che non hanno deciso le nuove aliquote ma richieste di proroga per il pagamento sono state avanzate da Caf e commercialisti anche in alcuni Comuni dove le nuove aliquote sono state comunicate entro lo scorso 23 maggio, soprattutto a causa delle tante fiscali in programma questo mese anche con le dichiarazioni dei redditi. E alcuni, senza aspettare la risposta dall’Agenzia delle Entrate, hanno già deciso di pfar pagare i propri cittadini a luglio senza prevede sanzioni o interessi.

L’elenco dei Comuni che hanno deliberato le proprie aliquote sul sito del Mef è consultabile sul seguente link http://www.riscotel.it/wikiiuc/doku.php?id=wiki:mef:riscotelmef. La base di calcolo della nuova Tasi è uguale a quella dell’Imu, la rendita catastale, da rivalutare al 5%, poi il risultato si moltiplica per il coefficiente dell’immobile, e al risultato ottenuto si applica l’aliquota stabilita dal singolo dal Comune, su abitazione principale e altri immobili, e si sottraggono poi, se previste, le detrazioni, anch’esse differenti a seconda dei Comuni.

Per il calcolo Tasi con aliquote ed eventuali detrazioni aggiornate basta cliccare sul seguente calcolatore. A differenza dell’Imu, poi, la Tasi deve essere pagata anche agli inquilini in una percentuale tra il 10 e il 30% della cifra totale. Il resto deve essere pagato dai proprietari. Secondo alcune stime, la Tasi sarà una batosta per seconde case, ville e negozi, capannoni, aziende, uffici, perché in questo caso se i Comuni decidono di aumentare l’aliquota dell0,8 mille previsto, si arriverà ad un’aliquota dell’11,4 per mille. Per pagare si usano bollettini postali o il modello F24.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il