BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: guida calcolo, pagamento in ritardo, errori, multe. Proroga lunedì 16 Giugno rata

Come calcolare Imu e Tasi e pagamento entro 16 giugno, ma nessuna multa per chi paga in ritardo. La situazione




Si calcolano sulla stessa base imponibile, la rendita catastale, con aliquote e detrazioni di ogni singolo Comune, e si pagano in acconto lunedì 16 giugno: stiamo parlando di Imu e nuova Tasi sulla casa, tasse che i contribuenti italiani fra qualche giorno dovranno pagare. E, considerando l’imminenza dei versamenti, è caos per il calcoli. Tantissimi i contribuenti che stanno affollando in questi giorni Caf e studi di professionisti abilitati, tanti anche coloro che cercano di effettuare i calcoli da soli. E proprio per aiutare questi contribuenti sono stati realizzati calcolatori ad hoc, come questo calcolatore-simulatore che guidano nel calcolo e nel successivo pagamento

In questi giorni si vociferano però troppe notizie sulla Tasi: se, infatti, non si sente parlare dell’Imu, il cui primo pagamento resta fissato senza alcuna proroga, a lunedì prossimo, per la Tasi la situazione è più complessa. La legge prevede che paghino lunedì tutti i Comuni, consultabili sul sito del Mef http://www.riscotel.it/wikiiuc/doku.php?id=wiki:mef:riscotelmef, che entro maggio scorso hanno deciso le nuove aliquote, mentre pagano il 16 ottobre i Comuni ritardatari, come Milano e Roma, che dovranno deliberare le loro aliquote locali entro il 19 settembre.

In realtà, anche per i Comuni dove sono state decise le aliquote sono tanti coloro che chiedono una proroga di pagamento, magari al prossimo mese, come anche diverse le amministrazioni, per esempio di Bologna, Parma, Genova, Savona, che autonomamente hanno già deciso il rinvio della prima rata alla fine giugno, al 16 luglio o per fine luglio, lamentando il poco tempo a disposizione per calcolare le tasse per tutti. E per chi paga in ritardo, tra l’altro, non sono previste sanzioni e multe.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il