BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: calcolo online compilazione F24, bollettino postale prima casa,seconda casa,terreni

Calcolo in via telematica di Imu e Tasi attraverso simulatori online e istruzioni per compilare correttamente F24 e bollettino postale




Nuova Tasi (tassa sui servizi indivisibili comunali come la manutenzione strade e verde pubblico) e Imu si calcolano sulla base della rendita catastale, rivalutata del 5%, moltiplicato il risultato per il proprio immobile, e con aliquote e detrazioni diversi per ogni Comune. Il governo infatti ha dato la possibilità ai singoli Comuni di aumentare le aliquote su prima casa e altri immobili, di decidere detrazioni (non obbligatorie però) e la quota di pagamento per gli inquilini, nel caso della Tasi. Se, infatti, per l’Imu pagano solo i proprietari, per la Tasi pagano sia proprietari che inquilini, ma in misura del 10, 30% del totale.

Tuttavia vi sono Comuni, come Napoli e Palermo, che non hanno deciso alcun pagamento per gli inquilini che quindi non verseranno nulla. I calcoli di Imu e Tasi si possono facilmente eseguire sul web grazie a simulatori e servizi online, che hanno disponibili aliquote e detrazioni, permettono un calcolo veloce, e la conseguente compilazione automatica del modello F24.

Imu e Tasi si possono, infatti, pagare sia con F24 che con bollettino postale. Per l’F24, l’Agenzia delle entrate ha istituito i codici tributo per pagare la Tasi, che sono 3958 per abitazione principale e relative pertinenze, 3959 per i servizi indivisibili per fabbricati rurali ad uso strumentale, 3960 per i servizi indivisibili per le aree fabbricabili, 3961 per i servizi indivisibili per altri fabbricati, e codici relativi ad eventuali sanzioni ed interessi, che sono 3962 per i servizi indivisibili per gli Interessi, e 3963 per i servizi indivisibili per le Sanzioni.

Inoltre, per compilare precisamente il modello F24, tali codici tributo devono essere riportati nella Sezione Imu e altri Tributi Locali in corrispondenza delle somme indicate nella colonna Importi a debito versati, devono essere poi compilati lo spazio Codice ente/codice comune, il codice catastale del Comune nel cui territorio sono situati gli immobili; nello spazio Numero immobili, il numero degli immobili (massimo 3 cifre); lo spazio Anno di riferimento, per l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento;lo spazio Acc se il che sta per acconto; e lo spazio Saldo se il pagamento si riferisce al saldo.

Il pagamento con bollettino postale si può effettuare presso ogni ufficio postale, dove saranno disponibili i bolletini, già precompilati con numero di conto corrente e dicitura Pagamento Tasi, o anche in via telematica sul sito di Poste Italiane, che provvederà ad inviare conferma di pagamento al contribuente. Per compilare correttamente il bollettino postale basta solo inserire negli appositi spazi i dati anagrafici e dell’immobile richiesti, e poi pagare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il