BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: prospettive nuove, situazione dopo Riforma PA aggiornata

Abolito il trattamento di servizio, mobilità obbligatoria e pensione anticipata per i dipendenti pubblici: le nuove misure con riforma P.A.




E’ stata presentata venerdì scorso la riforma della P.A. e con essa anche una serie di nuove misure su pensioni, per i dipendenti pubblici. Previste norme sui trasferimenti, tra i punti fondamentali del decreto approvato dal Consiglio dei ministri, e la tanto annunciata staffetta generazionale  che potrà essere resa possibile attraverso il pensionamento di migliaia di lavoratori. Il premier Renzi ha annunciato che “Parte il ricambio generazionale”. Via anche a pensionamenti anticipati: è stato infatti stabilito che la pubblica amministrazione potrà mandare a riposo i lavoratori che hanno i requisiti per la pensione anticipata, che in questo 2014 sono 42 anni e 6 mesi di servizio per gli uomini, 41 anni e 6 mesi per le donne, anche se non avranno ancora l'età della pensione di vecchiaia.

Rientrano in questa misura anche i professori universitari, i dirigenti medici responsabili di struttura complessa e il personale delle autorità indipendenti. Via libera anche alla mobilità, che sarà obbligatoria fino a 50 chilometri, ma che, come assicurato dal ministro Madia, non prevederà uno stipendio ridotto, ma sarà percepito interamente. Si accelera anche il processo di mobilità volontaria, che potrà partire anche senza nulla osta dell'amministrazione per il dipendente che decide di trasferirsi in un'altra amministrazione con carenza d'organico.

E' stato inoltre abolito il trattamento di servizio, da fine ottobre. Non si potrà dunque rimanere a lavoro una volta raggiunta l’età pensionabile. Ma per i magistrati ordinari, amministrativi e contabili in ‘funzioni direttive o semidirettive o dirigenziali, over70, viene fatto salvo fino al 31 dicembre 2015’ e questa novità permetterà il ricambio generazionale dando vita ad almeno 15 mila posti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il