Mutui e prestiti Giugno-Luglio 2014: possibile aumento erogazione con successo operazione Bce-Draghi

Tornano ad aumentare le richieste di mutui e prestiti dopo nuove mosse Bce? Le stime sono positive ma non per tutti

Mutui e prestiti Giugno-Luglio 2014: pos


La nuova tendenza era stata prevista, o meglio auspicata, dopo la mossa della Bce di tagliare ulteriormente i tassi ed ora le stime sembrano confermare che in questi estivi dovrebbero tornare a crescere effettivamente le richieste di mutui e prestiti. E dando poi nuova liquidità alle banche, con la condizione che eroghino credito a coloro che richiedono mutui e prestiti, aumentano le offerte convenienti.

Sembra, dunque, che il piano Draghi possa riuscire ad ottenere i risultati che si erano prefissati, ma non tutti sono poi così ottimisti. Secondo Andrea Terzi, professore di economia monetaria all'Università cattolica del Sacro Cuore e docente presso il Franklin College Switzerland, “Il credito bancario non è mai condizionato dalla disponibilità in bilancio di riserve in eccesso. Ogni banca ha accesso alla liquidità in ogni momento al costo opportunità fissato dalla Banca centrale”.

Ciò significa, dunque, che non sarà la maggiore liquidità disponibile delle banche a portare ad una maggiore erogazione del credito, giacchè loro sono sempre fornite in caso di necessità, quanto piuttosto bisognerà valutare l’impatto che il taglio dei tassi avrà in generale e l’andamento economico, che saranno fattori che favoriranno o meno il miglioramento di determinate condizioni di mercato.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il