BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: pagamento in ritardo. Ravvedimento,come fare. Multe e sanzioni prima e seconda casa

Come calcolare in queste ultime ore e giorni Imu e Tasi da pagare in acconto: istruzioni da seguire e ltre date di scadenza




Si può pagare direttamente online, sia con modello F24 che con bollettino postale, che all’ufficio postale e per chi non fosse riuscito ad avere aiuto da Caf e commercialisti per il calcolo dell’ultimo minuto si può usare il calcolatore http://www.webmasterpoint.org/servizio/calcolo-iuc-imu-tasi-tari/prima-casa/, sia per conteggiare l’Imu sia per la Tasi, sia su prime case (nel caso della Tasi), che su seconde case, terreni, capannoni, negozi, uffici, imprese e aziende.

La base di calcolo è la stessa di Imu e Tasi: si parte dalla rendita catastale originaria la si rivaluta del 5% e poi si moltiplica per un coefficiente che dipende dalla tipologia dell’immobile: 160 se si tratta di un’abitazione o di un box, 80 per gli uffici, 55 per i negozi, per citare solo i più diffusi. Al valore ottenuto si applicano le aliquote comunali ed eventuali detrazioni, se previste dai singoli Comuni. Il calcolo, più semplicemente, si può eseguire anche attraverso il calcolatore ad hoc sopra riportato e una volta conosciuta la cifra di può procedere al versamento.

Si paga oggi, lunedì 16 giugno, in tutta Italia l’Imu, anche nei Comuni che non hanno deciso le nuove aliquote; si paga oggi anche la Tasi nei Comuni che entro il 23 maggio hanno deciso le aliquote, mentre si paga il 16 ottobre nei Comuni ritardatari. Con una precisazione: è bene consultare le delibere comunali prima di pagare, visto che in alcuni Comuni dove sono state comunicate le nuove aliquote, comunque la prima rata di pagamento è slittata a fine mese o metà luglio. In questi casi, precisiamo, i contribuenti che pagheranno in ritardo non saranno soggetti a sanzioni e multe.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il