BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: ravvedimento IMU con errori o ritardo. Calcolo e compilazione. Proroga Tasi.

Si possono pagare anche in ritardo primi acconti Imu e Tasi: come fare calcolo e differenze di sanzioni e multe tra le due tasse




Non tutti i contribuenti italiani sono riusciti a rispettare il termine di pagamento Imu e Tasi del 16 giugno. Ma per i ritardatari o coloro che hanno sbagliato nei calcoli, nessun problema. Chi, infatti, non ha pagato la Tasi non subirà alcuna multa o sanzione, in base a quanto stabilito dallo Statuto del Contribuente, e a causa della situazione di poca chiarezza creatasi negli ultimi giorni, con migliaia di contribuenti che hanno incontrato difficoltà ed altri che hanno affollato Caf e studi di professionisti abilitati.

Se la Tasi, prorogata tra l’altro al 16 ottobre nei Comuni che non hanno stabilito le nuove aliquote, e il cui termine di pagamento in altri Comuni, pur avendo deciso le nuove aliquote entro il termine del 23 maggio scorso, non prevede sanzioni, non è così per l’Imu, che invece non ha subito rinvii. Chi, dunque, non ha pagato lunedì 16 giugno dovrà affrettarsi al calcolo se non si vuole incorrere in pagamenti di sanzioni alte.

Per effettuare il calcolo si può usufruire del seguente simulatore http://www.webmasterpoint.org/servizio/calcolo-iuc-imu-tasi-tari/prima-casa/ e conoscere quanto dover pagare di Imu e Tasi sia per prime case, che per seconde case e tutti gli altri tipi di immobili. E per il ritardo di pagamento dell’Imu si potrà ricorrere al ravvedimento operoso. Tre i tipi di ravvedimento previsti: sprint, breve e lungo.

Il ravvedimento sprint avviene quando il pagamento viene eseguito entro 14 giorni a partire dal 17 giugno e in questo caso i ritardatari pagheranno una mini sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo; il ravvedimento breve è per chi paga entro 30 giorni dal 17 giugno, pagando una sanzione del 3% più li interessi legali nella misura dell'1%. Infine, chi paga dopo un anno vedrà la sanzione salita al 3,75%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il