BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2014, Unico 2014: scadenza, proroga dopo 24 giugno e 7 luglio per Tasi e Imu da Agenzia Entrate

Già prorogai modelli 730 e Unico 2014 ma qualcuno si aspetta una nuova proroga per i le difficoltà Tasi. Le nuove date e cosa fare




A causa del caso creatosi per calcoli e pagamenti di Imu e nuova Tasi, sono slittati, rispettivamente, al 24 giugno e al 7 luglio, i modelli 730 e Unico 2014. Ma qualcuno si aspetta una nuova proroga, di nuovo a causa dei problemi e delle difficoltà che il pagamento della Tasi sui servizi indivisibili comunali sta creando, ma un ulteriore rinvio risulta decisamente difficile al momento, per cui le date dovrebbero restare le nuove stabilite.

In particolare, per il modello 730 2014, Caf e professionisti avranno tempo fino al 24 giugno per consegnare ai contribuenti la copia della dichiarazione elaborata, mentre il termine di consegna della trasmissione (in via telematica) all’Agenzia delle entrate è stato prorogato dal 30 giugno fino all’8 luglio. Cambiano le date anche per presentazione e primo pagamento di Unico 2014.

Lavoratori autonomi e liberi professionisti, contribuenti soggetti agli studi di settore e coloro che rientrano nel regime dei minimi e nel regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile avranno tempo di pagare fino al 7 luglio 2014. Dopo tale data, cioè dall’8 luglio, e fino al 20 agosto 2014 i versamenti possono essere comunque eseguiti ma con una maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40%.

Secondo quanto, infatti, previsto dal DPCM del 13 giugno 2014 ‘Proroga dei termini di effettuazione dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni presentate dai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono elaborati gli studi di settore’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 137 del 16 giugno 2014,  il presidente del Consiglio Renzi ‘consente di effettuare proroghe in materia di dichiarazioni fiscali tenendo conto delle esigenze generali dei contribuenti, dei sostituti e dei responsabili d’imposta o delle esigenze organizzative dell’amministrazione’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il