BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: Poletti, proposte e annunci in Commissione Lavoro ufficiali

“Quando avremo una notizia certa ve la daremo”: le ultime dichiarazioni del ministro Poletti sull’argomento pensioni ed emergenze sociali




AGGIORNAMENTO: Nessuna legge sarà discussa il 30 Giugno in Parlamento. Tutto rimandato in autunno, tranne, forse alcune emergenze. Le ultime notizie e novità in questo articolo

“Quando avremo una notizia certa ve la daremo”: sono queste le nuove dichiarazioni del ministro Poletti sull’argomento pensioni ed emergenze sociali, oggi rappresentate da esodati, e Quota 96, categorie di lavoratori per cui si sta lavorando da tempo, per cui si stanno studiando soluzioni, ma per cui, probabilmente, ancora molto ci sarà da fare. Allo studio diverse soluzioni, dal prestito pensionistico, all’uscita anticipata con sistema contributivo per tutti, a ipotesi ad hoc per lavoratori che hanno superato i 50 anni.

E Cesare Damiano ha detto: “Il governo mi pare disponibile a fare un passo avanti, non vorrei che il Ministero dell’economia e la Ragioneria mettessero i bastoni tra le ruote. La commissione Lavoro ha una proposta, che ha un costo valutato dall’Inps negli anni di 47 miliardi che io credo sia un’esagerazione. In ogni caso dobbiamo fare i conti con i numeri. Vorremmo che il governo facesse una sua proposta, fissando il principio che tutti i risparmi, che ci sono stati dalle precedenti cinque salvaguardie, siano utilizzati esclusivamente per fare altre operazioni. Una proposta potrebbe essere di spostare la data dal 6 gennaio 2015 al 6 gennaio 2016, vale a dire coloro che matureranno il diritto alla pensione entro quella nuova data possono usufruire delle regole precedenti alla riforma Fornero”.

Sugli esodati Damiano auspica poi “aspettiamo una proposta del governo che tenga conto del ddl unitario della commissione lavoro della Camera. Il ministro Poletti ha dimostrato disponibilità a entrare nel merito per fare un ulteriore passo avanti. Non vorremmo ci fossero ostacoli da parte del Mef e della Ragioneria a proposito delle coperture. Non sarebbe comprensibile e sarebbe grave”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il