BCE: i nuovi tassi sugli immobili

Per le stime di crescita 2006 e 2007 giungono correzioni al rialzo della Bce: nel 2006 l’aumento del Pil si attesterà tra il 2,2% e il 2,8%



Per le stime di crescita 2006 e 2007 giungono correzioni al rialzo della Bce: nel 2006 l’aumento del Pil si attesterà tra il 2,2% e il 2,8%, una forchetta collocata quasi mezzo punto più in alto della precedente indicazione di Francoforte. Anche per il 2007 il valore atteso cresce: ora è segnalato tra l’1,6% e il 2,6% (cifre superiori dello 0,3% a quelle stimate in precedenza).

Proprio ieri anche Goldman Sachs aveva fatto la stessa operazione di rialzo: secondo la banca d’affari il 2006 varrà un +2,6% e il 2007 un +2% (sostanzialmente i valori mediani delle forchette definite dalla banca centrale).
Reso noto anche il valore previsto per l’inflazione: dovrebbe collocarsi tra il 2,3% e il 2,5%.

Evitato per ora il rialzo dei tassi, come si aspettavano gli analisti; si attende comunque una nuova stretta, che lo stesso governatore Trichet ritiene abbastanza probabile, per la prossima riunione del board di Francoforte.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il