BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui variabile e fisso Giugno-Luglio 2014: offerte buone, ma tassi a zero possibili in futuro

Andamento mutui, Euribor in calo ma non sotto zero: cosa sta succedendo e pareri analisti su future previsioni




Torna a registrare segnali di ripresa e deciso dinamismo il mercato immobiliare italiano , tanto che gli ultimi dati Abi segnalano che nei primi 4 mesi dell'anno, le nuove erogazioni di mutui per l'acquisto di abitazioni sono cresciute del 26,5% rispetto allo stesso periodo del 2013 quando erano al 14,7%. Secondo l’Abi, “dai dati di maggio emergono sia segnali di luce sia segnali di ombra che mostrano che probabilmente stiamo attraversando il punto di svolta dell'andamento economico. Assistiamo insomma a qualche elemento di inversione, mentre prima eravamo in totale assenza di luce”.

La nota positiva non si esaurisce qui, visto che i tassi futuri sono visti ancora al ribasso, dopo gli interventi della Bce, anche se, nonostante le condizioni migliori e le nuove offerte di mutui a tassi variabili e fissi, le banche creano ancora problemi che non dovrebbero esserci più dal momento in cui Draghi ha dato nuova liquidità a condizione che essere eroghino più credito a imprese e famiglie. Per assistere, però, a questo cambiamento bisognerà aspettare un po’, non è un processo imminente.

A questo quadro si aggiunge anche la possibilità che i tassi Euribor tocchino lo zero: dalla decisione di Draghi di tagliare nuovamente il tasso ufficiale di riferimento portandolo dallo 0,25% al minimo storico dello 0,15% e portando il tasso sui depositi a -0,1%, l'indice a 3 mesi è sceso dallo 0,29% allo 0,208%, quello a un mese dallo 0,25% all0 o,103%, che tradotto significherà rate minori, ma lievemente, nei prossimi mesi. Non oltre, perché, secondo un esperto di mercato interbancario alla fantascienza, “Non è possibile avere un Euribor negativo. Può azzerarsi ma non diventare negativo”.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il