BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Aliquota 26% da oggi 1 Luglio 2014 Finanza: come funziona e come pagare meno con affrancamento

Come cambia la tassazione sulle rendite finanziarie, cosa interesserà e come non subire l’aumento con affrancamento: cosa scegliere per i propri investimenti




Azioni, obbligazioni, conti correnti, depositi di risparmi, fondi comuni, pronti contro termine, Etf, polizze vita unit e index linked: sono questi gli strumenti finanziari che da martedì prossimo primo luglio saranno soggetti alla nuova aliquota di tassazione che salirà dal 20 al 20%. Questa novità non interesserà i Titoli di Stato e i buoni fruttiferi postali,che godono di un’aliquota del 12,5%; e fondi pensione e dei Pip (Piani individuali pensionisti),che hanno invece un’aliquota all’11,5%, anch’essa comunque salita dall’11%.

La nuova tassazione scatta comunque dal primo luglio, ciò significa che sui rendimenti maturati fino a domani 30 giugno vale comunque l’aliquota al 20%. Poi scatterà automaticamente quella al 26%. Si può invece scegliere come agire sul capital Gain di azioni e obbligazioni: i risparmiatori possono scegliere l'affrancamento, meccanismo che permette di mantenere l’aliquota al 20% per il pagamento dell'imposta sulle plusvalenze maturate entro il 30 giugno, e far scattare la nuova solo su quelle maturate dal primo luglio. Chi decide per l’affrancamento deve però inviare richiesta entro il 30 settembre 2014 e non dovrà eseguire alcun movimento tra il 30 giugno e la data di richiesta.  

Chi volesse invece decidere di cambiare investimento, può vendere i propri titoli o magari investire risparmi e la propria liquidità scegliendo titoli di Stato e Buoni fruttiferi postali (Bfp) per i quali la tassazione rimane al 12,5%, considerando che l’aumento della tassa sulle rendite finanziarie, si farà comunque sentire su tutti. Secondo le stime, si partirà da un minimo di 9,6 euro annui per le rendite più basse, per arrivare ai 635,90 per gli importi superiori, passando per i 40 euro delle rendite medie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il