BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Graduatoria istituto 2014: sindacati contro decreto aggiornamento.Ricorso ufficiale al Tar

Sindacati annunciano ricorso contro super bonus Tfa ma gli abilitati con Tfa si oppongono e annunciano battaglia: motivi e situazione




I sindacati FLCGIL, CISL, UIL, SNALS e GILDA hanno deciso di presentare ricorso al Tar contro il decreto di aggiornamento delle Graduatorie istituto per il super punteggio del Tfa ritenuto illegittimo. Secondo i sindacati, isuper bonus ai docenti abilitati con il Tfa, secondo i sindacati, porterebbero a ‘palesi elementi di iniquità e ragionevolezza, creando disparità e conflittualità tra gli aspiranti alle supplenze’. Ma al ricorso annunciato dai sindacati han risposto il Coordinamento Nazionale TFA ordinario con un comunicato in cui si legge ‘Con un proclama alla nazione, i sindacati annunciato un ricorso contro il bonus di punteggio conferito agli abilitati Tfa dalla tabella A del DM 353/14. Finalmente gli artefici della sanatoria Pas gettano la maschera e si rivelano per quel che sono: strenui e faziosi difensori dell’anzianità di servizio, capaci di attaccare una categoria di abilitati selezionati, in nome di un’ipocrita e interessata equità’.

E spiega: ‘Le tessere Pas, introiti certi, fanno gola a quegli scudieri sindacali che, anziché rappresentare tutte le varie categorie di docenti, puntano ad annullare un differenziale di punteggio che presenta, a loro dire, palesi elementi di iniquità e irragionevolezza, creando disparità e conflittualità tra gli aspiranti alle supplenze. Curioso ragionamento quello per cui, grazie ad un ricorso contro una categoria di aspiranti, gli abilitati Tfa, si eviterebbe la conflittualità. Ecco venire a galla, dunque, il ragionamento tendenzioso del pentasindacato: gli abilitati Tfa, rei di aver superato delle prove selettive, in parte giovani neo-laureati, certamente privi di tessere, devono ricevere lo stesso punteggio dei decani Pas, in nome della parità del titolo.  Peccato che questo ragionamento sia viziato alla radice da vari elementi di verità, che i sindacati si guardano bene dall’ammettere pubblicamente’.

In particolare, si riferiscono al fatto che gli abilitati Tfa, generalmente, partono da una posizione di svantaggio in termini di punteggio ma, nonostante ciò, i sindacati si oppongono alla possibilità di recuperare un po’ di questo svantaggio; al fatto che è necessario premiare il fatto che gli abilitati Tfa hanno superato tre prove selettive, dimostrando, dunque, preparazione e competenze; e che sono stati fortemente penalizzati dalla ‘mega sanatoria Pas voluta dal pentasindacato stesso, poiché il numero di abilitati del primo ciclo era stato calcolato sulla base del fabbisogno regionale di personale docente, in relazione ai pensionamenti previsti e ai posti in organico di diritto, mentre il todos caballeros PAS ha finito per pregiudicare le possibilità di assorbimento degli abilitati da parte del sistema scolastico per il prossimo decennio a venire’.  Per tutti questi motivi, gli abilitati Tfa si opporranno in ogni modo al ricorso dei sindacati, per difendere i loro diritti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il