BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pos obbligatorio commercianti, professionisti,artigiani: come, per chi, quando.Per adesso no multe

Da ieri obbligo di installazione Pos per commercianti, professioni e artigiano ma al momento nessuna sanzione per chi non lo ha. Motivi




Da ieri, lunedì 30 giugno, per commercianti, falegnami, idraulici, elettricisti, manutentori di caldaie, ma anche tutti i liberi professionisti, avvocati, commercialisti, notai, consulenti del lavoro, ingegneri, architetti è entrato in vigore l’obbligo di dotarsi di Pos per permettere ai propri clienti pagamento con carte di credito o bancomat se superiori ai 30 euro. Ma la novità ha suscitato polemiche e generato confusione. Secondo la Cgia di Mestre, su un campione significativo di istituti di credito italiani, un’azienda con 100.000 euro di ricavo annuo, con il Pos, tra canone mensile, canone annuale e la percentuale di commissione sull’incasso, dovrà sostenere una spesa media annua di 1.200 euro.

Secondo il segretario, Giuseppe Bortolussi, i costi, alti, rappresentano “un altro aspetto molto penalizzante per una serie di attività di carattere artigianale. Gli idraulici, gli elettricisti, i falegnami, gli antennisti i manutentori di caldaie, nonchè i loro dipendenti e collaboratori, spesso si recano singolarmente presso la dimora o l’immobile del committente. Questo comporta che ciascun dipendente e collaboratore dovrà essere dotato di un Pos. Il legislatore ha idea di quali costi dovranno sostenere queste aziende?”.

Proprio a causa dei costi di installazione e manutenzione del Pos, al momento non sono previste multe e sanzioni per coloro che non se ne doteranno e questo chiaramente suscita perplessità perché in questo modo tutti sarebbero legittimati a non installarlo e la nuova norma non avrebbe senso. E’ stato comunque lo stesso Ministero dell’Economia a chiarire che non ci saranno sanzioni per chi non rispetterà il nuovo obbligo ma solo per ora.

Il sottosegretario Zanetti ha infatti annunciato che si stanno organizzando tavoli di confronto con le banche per arrivare ad accordi e convenzioni e probabilmente nel momento in cui essi daranno definiti allora scatteranno sanzioni per chi non installerà nel proprio studio il Pos.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il